Adidas sceglie Arianna Errigo come nuovo volto

di Lorena Scopelliti Commenta

Arianna Errigo testimonial Adidas

Quale miglior testimonial di uno sportivo vincente può rappresentare uno dei più famosi marchi di abbigliamento per lo sport, come Adidas? Questa volta il brand ha scelto Arianna Errigo, italiana e campionessa di fioretto femminile, che presterà il suo volto fresco e sbarazzino nelle nuove campagne pubblicitarie.

Arianna ha firmato un contratto triennale di sponsorizzazione con Adidas e farà parte dei testimonial del marchio fino alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Indosserà le scarpe adistar fencing come già altri suoi colleghi di scherma come Daniele De Rossi,  Flavia Pennetta, Valentina Vezzali, Martin Castrogiovanni e Danilo Gallinari. Giovane, fresca e sorridente, colpisce per la sua solarità e semplicità. Fisico asciutto e scattante, da buona sportiva, capelli castani lunghi fino alle spalle, occhi scuri e viso acqua e sapone: un’immagine estremamente positiva e sbarazzina, sicuramente vincente.

È campionessa di una delle attività più faticose e peculiari nel panorama delle discipline sportive: il fioretto è da sempre uno dei fiori all’occhiello della Nazionale Italiana, che primeggia nelle varie competizioni e porta sistematicamente a casa una medaglia nel contesto delle Olimpiadi. Arianna ha oggi ventiquattro anni, ma è dal 2004 che conquista successi, cominciando con il campionato del mondo cadetti a Plovdiv.

Oro nell’individuale e argento a squadre nel 2006 a Poznan nei campionati europei giovanili, mentre nel 2008 si è meritata altri due ori a Plovdiv e un bronzo nei mondiali di Antalia. Arianna non si ferma e continua a crescere, fino al 28 luglio 2012 quando ha conquistato la medaglia d’argento nel torneo individuale di fioretto femminile alle Olimpiadi di Londra, battendo in semifinale la leggendaria Valentina Vezzali e perdendo la possibilità di concorrere per la finale per un solo punto. Ha infine recentemente vinto la competizione individuale di fioretto nella Coppa del mondo di Torino.

Rispondi