Balenciaga in mostra all’Istituto spagnolo di New York

di Redazione Commenta

Avete in programma un viaggetto a New York, magari per affrontare con grinta i prossimi regali di Natale?! Se la risposta é positiva, allora il consiglio di Modalizer é quello di non perdere la mostra dedicata a Balenciaga, nella Grande Mela.

Oggi c’é Nicolas Ghesquière a fare gli onori della maison con i suoi gamabali robotici, ma la vera storia della moda, la vera svolta fu con Cristóbal Balenciaga, il grande innovatore spagnolo che ha rivoluzionato il senso della moda nel 20esimo secolo.

E’ proprio al grande pioniere dello stile internazionale ed al suo mood regale che la città americana rende omaggio, facendolo protagonista di una mostra esclusiva, il cui vernissage é previsto per la prossima settimana (quella entrante) presso l’Istituto spagnolo di New York.

Una grande occasione di un tale richiamo da richiedere persino una presenza regale come quella della Regina di Spagna, la Regina Sofia: sarà infatti lei a tagliare il nastro di questa preziosa mostra – evento.

Una mostra che é tutta giocata  a metà fra il concetto di lusso, di fashion inteso come “Vogue Style”, e stile spagnoleggiante: questo é quello che si apre per la prima volta in assoluto sul territorio americano.

Oltre alla presenza della Regina iberica, poi, alla inaugurazione potrete incontrare anche il prestigioso (e “modalizer“) curatore, Hamish Bowles, in arrivo direttamente dal mondo Vogue.

D’altronde, Mr. Hamish può essere considerato l’altro grande protagonista di questa esibizione: ha infatti messo a disposizione di un pubblico di ammiratori e fashionisti la sua personale collezione di Balenciaga! Si tratta di una linea di alta gamma e lussuosissima, fatta di esclusivi abiti da sposa, boleros impertinenti e abiti da flamenco (che ci stiamo ancora chiedendo cosa ci facciano nel suo guardaroba!).

Ma non é Bowles l’unico grande collezionista ad aver deciso di condividere il mondo Balenciaga con il pubblico americano: in mostra all’Istituto Spagnolo di New York ci sono anche altri capi eccezionali provenienti da altre collezioni pazzesche e sempre privatissime.

Volete saperne di più? Istituto spagnolo di New York

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>