Balenciaga e Hollywood, abiti e foto delle dive del cinema in mostra al museo dedicato allo stilista

di Sandra Rondini Commenta

Marlene Dietrich

Quello tra Hollywood e Cristobal Balenciaga fu un grande amore che legò per anni la Mecca del cinema con le sue più grandi star, come Ava Gardner, Ingrid Bergman e Marlene Dietrich, con uno degli stilisti più famosi e amati di sempre. Ora la storia di questo amore ricambiato rivive grazie a una bellissima mostra dal titolo “La misión secreta de Balenciaga en Hollywood” ospitata a Getaria in Spagna, nel “Museo Balenciaga”, famosissimo per esser stato il primo museo del mondo dedicato esclusivamente a uno stilista.

Negli anni Cinquanta e Sessanta Balenciaga vestiva tutta l’alta aristocrazia europea e le più belle donne del jet set internazionale. Il suo stile e il suo successo attirò ben presto l’attenzione dei grandi studios hollywoodiani che per anni si contesero le creazioni del suo genio per rendere ancora più favolose le star dei suoi film. Dive straordinnarie come Marlene Dietrich, Brigitte Bardot, Elizabeth Taylor e Ava Gardner poterono così contare su una serie di abiti che lo stilista catalano ideò appositamente per loro e, a giudicare dalle immagini della mostra che raccoglie proprio i capi che lo stilista ideò per queste star indimenticabili, si tratta di creazioni davvero senza tempo e tutte dotate di quell’amore per la geometria e i volumi spartani, rigorosi e minimal che nel mondo sancirono il successo dello stilista.

In tutto, Cristobal Balenciaga disegnò i costumi per una ventina di film. Adorava il mondo del cinema e le sublimi dive del suo tempo erano per lui muse inarrivabili che lo portarono a regalare anche al grande schermo un po’ di magia e allure che già dispensava nei suoi imperdibili defilé. Attraverso questi importanti film, come “Anastasia” con Ingrid Bergman e “Alta società” con Grace Kelly il mondo intero, e non più solo la ristretta e fortunata cerchia delle sue clienti altolocate, potè scoprire un nuovo mood e innamorarsi di uno stile assolutamente unico che tutt’oggi, dapprima grazie al talento di Nicolas Ghesquière, autentico fautore del grande rilancio internazionale della maison, e, quindi, di Alexander Wang, suo degno successore, continua ad affascinare perchè non assomiglia a nessun altro.

Una creazione formata Balenciaga è immediatamente riconoscobile e in questi anni la maison sta vivendo una meritata età dell’oro, tanto che al momento è in assoluto una delle griffe più cool sul mercato. Grazie agli archivi della “Filmoteca Española”, della agenzia “Telecine Documentación” e alla collezione provata di Luis Gasca, ex direttore del Festival Internazionale del cinema di San Sebastián, adesso, oltre al luminoso resete e futuro della maison, è possibile dare un’occhaiata al passato e all’age d’or di una casa di moda il cui stile per decenni dettò legge anche ad Hollywood. La splendida mostra è visitabile fino al prossimo 10 ottobre.

Rispondi