A Roma il 34° Congresso Mondiale dei Maestri Sarti: creatività e tradizione

Spread the love

34° congresso maestri sarti roma
Si svolgerà a Roma presso lo Sheraton Golf Parco de’ Medici dal 5 al 10 agosto 2011 il 34°Congresso Mondiale dei Maestri Sarti,straordinario evento handmade che vede protagonista il panorama internazionale della moda su misura.

Negli ultimi tempi, anche ad AltaRoma, la settimana della haute couture romana, si sta dando molto spazio e visibilità all’artigianato e al suo recupero come tradizione di eccellenza del nostro made in Italy.


Il Congresso ha cadenza biennale e si svolge ogni due anni in una città diversa che deve avere come requisito fondamentale quello di avere nel proprio dna una lunga e importante tradizione sartoriale.

La sua prima edizione ha avuto luogo a Bruxelles nel lontano 1910 con la partecipazione di 250 maestri sarti di ben 15 nazioni diverse.

Quindi è stata la volta di Parigi, Zurigo, Londra e tantissime altre città che in 100 anni di Congresso sono diventate per l’occasione crocevia di moda e cultura, banco di prova per saggiare la sapienza artigiana dei partecipanti, sempre eccelsa.

Il boom del su misura è un trend in continua crescita, in tutti i settori della popolazione. Da chi ricorre al sarto per rimettere a modello un vecchio cappotto o dei jeans dalla linea non più trendy, a chi si fa realizzare completamente su misura l’intero guardaroba, come i dandy a cui il Congresso ha dedicato un concorso a parte e a Roma scopriremo i vincitori.

Il Congresso, che coincide anche con la Presidenza della Federazione Mondiale dei Maestri Sarti affidata all’italiano Marco Napolitano, è stato promosso da CNA Federmoda e dall’Accademia nazionale dei Sartori, che hanno come prima loro mission quella di tutelare e tramandare questo antico e nobile mestiere alle nuove generazioni.

Le massime autorità nazionali e locali daranno il loro benvenuto agli oltre 400 Maestri Sarti che arriveranno a Roma da tutto il mondo e anche il Santo Padre riceverà una loro rappresentanza a Delegazione.

Lascia un commento