Corneliani al Pitti 77: successo totale

di Giulia Ferri 1


Al di là di ogni più rosea prospettiva Coneliani merita l’ovazione degli addetti ai lavori e del grande pubblico.
In primis un cambio di rotta del taglio sartoriale che torna a vestire anni ’80.

Dall’immaginario di intellettuali con dolcevita e ragazzi acqua e sapone in disco music salviamo le linee ma non la fattura:

La tecnologia dopo 30 anni riesce a soddisfare quel senso di morbidezza e di volume auspicato, con i nuovi filati vaporosi del cachemire, dei bouclé, della maglieria che si propone in formule inedite come quella aromatizzata al thé verde.

Sono le tinte calde e unite a imporsi come must della collezione, dal bianco panna al beige, dal marrone al verde muschio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>