Eva Herzigova è la nuova testimonial di Dior Capture Total

di Lorena Scopelliti Commenta

Per Christian Dior la missione per raggiungere la bellezza non è solo una questione di moda, ma anche di strategia anti-età: da anni, best seller nell’alta profumeria, c’è la sua linea Capture Total, che dal 2013 sarà rappresentato dal volto diafano e magnetico di Eva Herzigova.

Della strategia di marketing Dior Beauty si può dire tutto tranne che non sia attentissima alle proprie testimonial: Capture Total è stata interpretata da spledide over 40 come Sharon Stone e Monica Bellucci, prima della Herzigova. È certamente una scelta coerente con il target di riferimento della linea di skincare: Capture è concepita per le pelli mature, agisce sulle rughe e rinforza il sostegno cellulare, promettendo una pelle più compatta, soda e polposa. Per dare un volto a una donna con simili esigenze sarebbe quantomeno anacronistico scegliere una delle solite bellissime e freschissime modelle ventituenni dalla pelle perfetta e senza una ruga.

Quello che però fa specie, nelle scelte pubblicitarie della maison Dior Beauty, è l’utilizzo massiccio ed evidente delle tecniche di fotoritocco: photoshop, luci “sparate” ad hoc e spianamento totale delle rughe di cui queste bellissime testimonial (Herzigova, Stone e Bellucci) sono portatrici sane. A questo proposito si dice che Silvana Mangano, un giorno sul set, fermò l’intervento meticoloso di correzione delle rughe attraverso il make up da parte di un truccatore dicendo: “Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele“. Se quindi la scelta è quella di assoldare un’over 40 con l’intento di rimanere fedeli e coerenti a un’immagine di donna matura ma finalmente fiera della sua bellezza, non si capisce bene perché, nelle foto dell’ADV Capture Totale, Eva Herzigova sembra miracolosamente ringiovanita di 20 anni e in modo per giunta palesemente artificioso.

Un plauso, dunque, alla decisione di Dior di non cadere nella trappola della perfezione esibita a tutti i costi scegliendo modelle minorenni per reclamizzare un prodotto anti-età. Nonostante questo, però, la vera scelta di coraggio e di rottura con i meccanismi ingannevoli della pubblicità sarebbe stata mostrare Eva Hervigova esattamente com’è nella realtà, ovvero di una bellezza mozzafiato ma fisiologicamente e normalmente segnata dalle imperfezioni della sua età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>