Flower by Kenzo in versione ecologica

di Federica Perrozziello Commenta

Ormai la parola Ecosostenibilità, sembra entrata a tutti gli effetti anche nel mondo, così glamour, della moda. Infatti, sulla scia di altre griffè, anche Kenzo Parfums si è adeguato, sposando questa filosofia e cercando di migliorarsi repentinamente. Il progetto inizia con la fragranza più celebre del brand, Flower by Kenzo. L’innovazione apportata sembra davvero rivoluzionare anche lo stesso semplice concetto di profumo, perché una volta finito il contenuto del flacone, al posto di buttarlo e di comprarne uno nuovo, è possibile recarsi, semplicemente in profumeria, o comprando una ricarica per lo stesso.

Per far si che questa operazione, avvenisse con facilità, senza creare grossi problemi al pubblico, sono stati creati degli stampi particolari dei flaconi della linea, modificati per poter accogliere un dosatore da cambiare ogni volta che finisce il prodotto. Così, l’erogatore si svita e avvita in modo che il flacone è facilmente riutilizzabile in pochissime mosse. In Italia sono stati distribuiti già circa 50.000 flaconi ricaricabili in poco più di tre mesi. Con questo piccolo e semplice accorgimento, è possibile aiutare moltissimo l’ambiente, perché si riduce del 60% le emissioni di gas serra prodotte durante il ciclo di produzione dei packaging destinati al settore profumo. Le eco-ricariche, così definite, sono distribuite in tutte le profumerie e sembrano essere una svolta reale e concreta, contributo essenziale per la salvaguardia  dell’ambiente.

Flower by Kenzo, è una linea tra le più vendute ed amate della Maison, da sempre considerata emblematica e poetica, si appresta ad essere la prima linea in assoluto del settore a conciliare perfettamente le esigenze dell’ambiente e di conseguenza del pianeta, con l’estetica e l’edonismo dei prodotti di bellezza e soprattutto del profumo. La casa di moda, da sempre applica alla sua produzione una filosofia legata all’ambientalismo, promuovendo una moda ecosostenibile e più responsabile nei trasporti, nei packaging, e soprattutto nella scelta dei materiali. Così questo profumo, assolutamente invariato dal classico così tanto amato, assume un design del tutto avveniristico, cambia leggermente faccia, fornendo la possibilità di riutilizzare all’infinito il flacone in vetro con le eco-ricariche o con le fonti disponibili in profumeria. Un altro passo verso l’ambiente è stato compiuto, riscuotendo non solo un grande successo ma anche una critica assolutamente positiva da parte dell’opinione pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>