Jeremy Scott è il sostituto di Rossella Jardini alla direzione creativa di Moschino

di Redazione Commenta

Spread the love

Dopo quasi 20 anni passati alla direzione creativa della maison Moschino, Rossella Jardini lascia il suo posto per fare spazio ad uno stilista che viene dall’altra parte dell’oceano. Si tratta del 39enne Jeremy Scott, una delle menti creative più in vista di questi ultimi tempi che prenderà le redini della casa di moda fondata dal grande Franco Moschino.

A dare la comunicazione del cambio al vertice la stessa Moschino SpA dichiarando rassicurando tutti gli estimatori del brand che Rossella Jardini, braccio destro di Franco Moschino fin dalla nascita del brand e suo diretto successore dopo la sua scomparsa, rimarrà una figura di riferimento per il team creativo della griffe, dato che il perdurare del successo di Moschino è da attribuire al suo genio creativo.

Allo stesso modo, la scelta del sostituto Jeremy Scott è avvenuta nel pieno rispetto del Dna del brand: lo stilista originario del Missouri rappresenta non solo un comunicatore eclettico ed estremamente contemporaneo ma sopratutto un designer in grado di  reinterpretare l’identità e l’essenza di Moschino. 

La collaborazione tra Moschino e Jeremy Scott avrà inizio con la nuova collezione autunno/inverno 2014-2015, che sfilerà a Milano in occasione della settimana della moda di febbraio 2014.

Chi è Jeremy Scott

Dopo la laurea in Fashion Design al Pratt Institute di New York, Jeremy Scott si trasferisce a Parigi dove nel 1996 lancia la sua prima linea di moda. La collezione è fin da subito un grande successo e, nei cinque ani successivi, Jeremy Scott inizia a collaborare con alcuni dei più importanti nomi della moda internazionale (uno su tutti è quello di Christian Louboutin) e ottiene il sostegno di Karl Lagerfeld.

Nel 2002 torna negli Stati Uniti, a Los Angele, dove inizia a lavorare per le più grandi pop star internazionali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>