Addio a Lou Reed, icona di stile on the wild side

di Valeria Marco Commenta

Se n’è andato ieri, 27 ottobre, a 71 anni Lou Reed, il poeta maledetto del rock, l’artista che con tre accordi di chitarra e il suo fare svogliato ha dato vita ad una nuova generazione di rocker, ad un nuovo modo di fare musica e si è imposto anche come icona di stile maschile.

Lo stile di Lou Reed è emblema della sua essenza: semplice e minimalista – a parte il suo periodo di deriva glam rock, quello nel quale era David Bowie a dettare le regole – senza fronzoli né follie modaiole. A Lou Reed bastavano una t-shirt, un paio di occhiali scuri e l’immancabile giubbotto di pelle nera per essere chi era, una leggenda del rock.

Per questo, Lou Reed non può essere considerato solo grande musicista: Lou Reed è stato anche una indiscussa icona di stile, soprattutto a cavallo tra gli anni ’60 e i ’70, periodo in cui Lou Reed sia solo che in compagnia dei The Primitives prima e dei Velvet Underground dopo, ha dominato la scena del rock mondiale.

Sono passati gli anni e le mode, ma Lou Reed rimane senza dubbio una della icone dello stile maschile che hanno avuto una maggiore influenza. Dagli ani ’60 al 2000 e oltre, cinquant’anni di rock e stile che riproponiamo in questa gallery dedicata ai suoi look.

Lou Reed è morto in seguito a complicazioni insorte dopo il trapianto di fegato a cui era stato sottoposto lo scorso anno. Una perdita incommensurabile per il mondo della musica e dell’arte in generale, che ha lasciato tutti sconvolti, anche se  la sua dipartita lo ha fatto entrare di diritto tra le leggende della musica.

Foto di apertura | STRINGER/AFP/Getty Images

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>