Lady Gaga protagonista della Primavera 2014 per Versace, prime immagini

di Valeria Marco Commenta

Capelli lunghissimi e biondo platino Lady Gaga è adagiata su un divano con indosso un vestito Versace della nuova collezione per la primavera 2014: questa immagine pubblicata sul profilo ufficiale Twitter della cantante ufficializza il rumour che si stava facendo sempre più insistente nel mondo della moda.

Così, dopo Madonna, anche Lady Gaga si piega al volere di Versace e presta per la prima volta nella sua carriera il suo volto per un brand della moda.

Non è la prima volta che Lady Gaga indossa abiti Versace – lo ha fatto nel video di “Edge of Glory” nel 2011 (video che ha raggiunto 76 milioni di visualizzazione) e anche pochi giorni fa al Saturday Night Live negli Usa con la collezione disegnata appositamente per lei dalla maison – ma in questo caso si tratta di qualcosa di più dell’indossare un abito.

Donatella Versace ha fortemente voluto questa collaborazione che potrebbe sfociare anche in qualcosa di più. Lo scorso anno Versace, infatti, si è già avvalso della collaborazione di una giovane cantante, chiamando la rapper M.I.A per disegnare la collezione Venus e non è così improbabile che la prossima guest star della maison potrebbe essere proprio Miss Germanotta.

Sono contenta che la mia amica Lady Gaga sia il volto della nuova campagna Versace. Volevo catturare la sua vera bellezza e il suo spirito con immagini eleganti e affascinanti. Per me è come una di famiglia, l’incarnazione del Dna Versace.

Secondo Donatella Versace Lady Gaga ha tutte le caratteristiche per incarnare non solo l’artista provocatrice e fuori dagli schemi, ma anche la donna sofisticata e amante del lusso e sarà proprio questa sua inedita rappresentazione, le immagini della campagna sono dei fotografi Mert Alas e Marcus Piggot, ad affascinare la cliente Versace.

Foto | Profilo Twitter Ufficiale Lady Gaga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>