Madonna lancerà una linea di abbigliamento per le donne over 27

di Lorena Scopelliti Commenta

Ai rumors e alle voci di corridoio, spesso, non bisogna prestare ascolto: questa volta il caso è differente, perché stiamo parlando dell’iconica cantante pop Madonna, quindi tutto è possibile e anche probabile. Da vero vulcano e grande donna d’affari quale Miss Veronica ciccone si è sempre dimostrata nel corso degli anni,  la notizia (data dal Women’s Wear Daily) del lancio di una sua collezione di abbigliamento per le donne tra i 27 e i 50 anni non ci stupirebbe di certo. Non sarebbe che la conferma di un successo mai scemato nei decenni  e ottenuto grazie al talento, a volte al genio e di certo al coraggio di Madonna.

La linea si dovrebbe chiamare Truth or Dare, il nome di un gioco infantile nonché il titolo di un film documentario sulla cantante del 1991, oltre che il nome del profumo che la popstar si accingerebbe a lanciare sul mercato nel 2012, pare  in collaborazione con Guy Oseary e Iconix Brand Group.

Quest’ultima azienda è altrettanto chiaccherata in proposito, visto che potrebbe occuparsi della parte logistica e produttiva della collezione: la strategia di marketing si sarebbe orientata verso un’esclusiva di vendita presso l’americana Macy’s e comprenderebbe abbigliamento, lingerie e accessori. Alcuni dei nomi in lizza per le linee sarebbero, oltre a Truth or Dare per underwear e intimo, anche Material girl per i vestiti.

Liz Rosenberg (portavoce di Madonna), la stessa cantante, Macy’s e Iconix non si sbilanciano in merito e si limitano a un No comment che vuol dire tutto e niente: la postar dalle mille risorse ed energie è diventata una vera icona anche grazie alle sue scelte spesso anticonvenzionali, volutamente provocatorie e a volte eccessive dei suoi outfits.

Come non citare, a questo proposito, il bustino nero firmato Trashy Lingerie con coppe dorate e frange indossato  nel suo primo tour, anno 1987:  un vero oggetto del desiderio entrato nell’immaginario collettivo, tanto da essere venduto all’asta in Cina per la cifra esorbitante di 72 mila dollari.

Photo credit | Getty images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>