Milano Fashion Week 2012: le sfilate più belle della seconda giornata

di Lorena Scopelliti Commenta

Dopo i colori dark e misteriosi che hanno dominato la passerella di Gucci e la chic attitude di Alberta Ferretti visti nella giornata del 22 febbraio, continua a suon di glamour la settimana della moda milanese. Scopriamo che soprese ci hanno riservato le sfilate di ieri: altri nomi celebri e prestigiosi si sono alternati sulle catwalk di Milano per presentare le collezioni autunno/inverno 2012-2013, a partire da Fendi fino a Max Mara, Blugirl e Prada.

Fendi mette in scena una donna selvaggia, che sfoggia treccine wild e pellicce voluminose e ingombranti: Karl Lagarfled e Silvia Venturini Fendi hanno immaginato un inverno fatto di geometrie costruite con sapienza e arte, le spalle sono definite, la vita è sottolineata da maxi cinture rigide e le gonne basic a tubino. domina il nero, ma si insinua anche il dark chocolate e il color vino. Le borse sono di due tipi: un porta Ipad da portare verticalmente, simile a un piccolo gioiello e una classica maxi bag trapezoidale dai pregiatissimi pellami.

Se Blugirl spinge l’acceleratore sul romanticismo dal mood anni Sessanta, di ben altra natura si configura lo spirito mostrato sulla passerella di Max Mara: rigido, militaresco e rigoroso. Il capo rappresentativo del brand, il cappotto sartoriale, è riproposto come pezzo cult e imperdibile per il prossimo inverno. All’inappuntabilità del panno di lana e nelle giacche maschili si contrappone la fluidità del jersey nei pantaloni che imitano una gonna nella leggerezza.

Miuccia Prada, infine, decide di fare un salto stilistico notevole, rispetto al passato e costruisce l’immagine di una donna appariscente, che indossa gioielli maxi rigorosamente finti e ama vestirsi di tessuti sontuosi e preziosi. Fantasie colorate o total black, geometriche e optical anche nei lunghissimi gilet e nei tailleur sartoriali con pants che arrivano alla caviglia, abbinati a zeppe incredibilmente vertiginose e tacchi svasati. Se lo street style non fa più moda è ora che siano nuovamente gli stilisti a dettare le regole: la regalità e l’importanza dell’abito da sera vengono così riproposti nel look da giorno, e la passerella di Prada diventa un sogno avveniristico ad occhi aperti.

Photo Credit| Getty Images

Photo Credit sfilata Prada| Canada.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>