Milano Moda Donna 2011: ritorno agli anni ’70

di Giulia Ferri Commenta

Le sfilate di Milano Moda Donna 2011 stanno sancendo il ritorno della donna che riscopre gli anni ’70, un pò dandy e un po spregiudicata, soprattutto di notte. Dalla donna diva di Gucci che sfoggia strepitosi gioielli a proiettile, grandi acconciature, giacche attilate e pantaloni ampi; all’hippy chic di Angelo Marani che veste di abiti lunghi e borse riciclate da tappeti.

A ricalcare il mood concept degli anni ’70 è anche il marchio Jo No Fui che propone molti capi della collezione in pellicce o inserti con peli di animali, così duramente contestate dagli animalisti della Lav. Una donna retrò non solo nei portamenti e negli abiti ma anche con una moralità che punta a riconquistare il ruolo della donna che proprio negli anni ’70 intreaprese nella lotta all’emancipazione.

A tal proposito sono le parole forti di Frida Giannini, stilista di Gucci a descivere questa donna isporata a Angela Huston, ritratta in giacca e gonna-pantalone  in una foto storica di Rob Richardson:

Creo abiti pensando alle donne intelligenti che sono che non possono essere schiacciate da quattro sgallettate del residence dell’Olgettina. L’abito non fa il monaco. Tutto dipende da chi lo indossa. Nude-look compreso.

Una donna dunque non estemporanea ma meno visibile ai media e più rappresentata in passerella.

Rispondi