New York Fashion Week 2012: il talento degli emergenti anticipa le sfilate dei grandi nomi

Spread the love

peter sm new yorl invrno 2013

Secondo giorno di sfilate alla Mercedes Benz Fahion Week e ancora non si è entrarti nel vivo dei giochi. Oggi a New York hanno sfilato tanti nomi, in America più noti e qui da noi un po’ sconosciuti. Come si vede, tutto il mondo è paese. Qualche nome? Peter Som, Tess Giberson, Nahm, Jason Wu, Rebecca Taylor, Yigal Azrouël, Cushnie et Ochs, Rebecc Minkoff, Doo.Ri, Rag & Bone, St. John, Jen Kao. Helmut Lang, Charlotte Ronson, Chadwick Bell e SUNO.

Molto interessante la collezione di Peter Som, con silhouette forti e scolpite,  spirate alle sculture di Brancusi e a John Chamberlain e alla sensualità elegante di eterne icone di stile femminili, ma leggermente androgine, come la ribelle Katharine Hepburn e la trasgressiva e bisessuale Marlene Dietrich. L’androginia sembra essere una delle nuove tendenze della fashion week newyorkese, forse dettata dal momento storico con la crisi imperante.

chadwick bell new york inverno 2013

La donna conta su se stessa ed è padrona del suo destino. Sovrapposizioni, orli obliqui, simmetrie e trasparenze per una moda specchio dei tempi. Bianco, nero, blue, rosso, porpora e tanta pelliccia, così glamour e hollywoodiana da sembrare quasi un omaggio alla age d’or delle vere grandi dive di un tempo. Chadwick Bell punta su un appeal decisamente più strong con tubini stretch e affusolati come i lunghi guanti di pelle che accarezzano la pelle sensualmente, altro grande trend del prossimo inverno.

richard chai love new york 2013
Pelle, pelliccia e accessori deluxe sino i grandi must have della prossima stagione per una dark lady iperfemminile e sofisticata che ama sedurre soprattutto se stessa davanti allo specchio grazie alla sua ricercata immagine di nuova guerriera metropolitana. Più bon ton Richard Chai Love che usa tessuti ricercati come il tweed in diverse tonalità di grigio e splendidi camosci in calde nuance neutre con il punto vita ben segnato da abbinare a jeans dal taglio skinny pensati per un target molto traversale, dalla donna alla teenager.

credit image/ vogue

Lascia un commento