Un giorno da Vogue: la Vogue Experience di Modalizer

di Paola Perfetti Commenta

Uno speciale sabato a Milano quello dell’11 dicembre con indirizzo Piazza Cadorna 5. Il giorno? Un giorno da Vogue, ovvero la “nostra” Vogue Experience. Un regalo di Natale in anticipo quello vissuto da noi di Modalizer ed in particolare da una piccola blogger con velleità giornalistiche come la sottoscritta.

Incontrare Franca Sozzani, parlare con la redazione di Vogue ed avere l’opportunità di conoscere e scambiare qualche battuta con alcuni ospiti di grande talento e dal carisma eccezionale. E poi, esplorare e fotografare un tempio dello stile e della moda: come si fa a non essere stra-eccitati da un’occasione così? Ecco quindi il nostro Diario di Un Giorno da Vogue – e non manca una nutrita gallery! Naturalmente molto “Modalizer”.

Come vi abbiamo raccontato qualche giorno fa, Vogue Italia ha deciso di dedicare questo weekend di dicembre pre-natalizio al suo pubblico di lettori e fashionissimi estimatori. In occasione del lancio del libro “I Capricci della Moda” del direttore Franca Sozzani, la sede di Vogue Italia ha aperto le sue prestigiose porte per una tre giorni – termina oggi, domenica 12 dicembre 2010 – di bellezza, glamour e comunicazione, dedicata a chi ama l’arte della moda e desidera da tempo conoscere dal vivo la mitica direttrice e il suo staff. Ma non solo.

L’occasione della Vogue Experience, alla quale si poteva aderire tramite iscrizione sul sito della rivista online, ha voluto dare anche l’opportunità di incontrare dal vivo alcuni dei Numeri Uno della bella moda Made in Italy. La nostra occasione ha avuto due nomi fra tutti: Franca Sozzani, che non ha bisogno di presentazioni, e Federico Marchetti, fondatore e amministratore delegato di Yoox. Sì proprio lo straordinario canale di e-commerce online oggi diffuso in tutto il mondo e con il quale ho scambiato qualche battuta a proposito del mondo dello shopping on line, della collaborazione con Vogue e… ma andiamo con ordine!

Ore 12 di un sabato natalizio a Milano: l’aria è fizzante, il cielo è terso e la giornata è di quelle da ricordare per sempre. Fuori dalla sede di Vogue c’è già un capannello di fashionissime ammiratrici in fibrillazione per entrare nel magico mondo della rivista di moda numero uno di sempre. Ad attendermi all’ingresso ci sono Simonetta e Raffaella, efficienti collaboratrici dell’Ufficio Stampa che ha seguito la manifestazione. E’ Simonetta di Mara Vitali Comunicazione a darmi il benvenuto e a presentarmi alla hall di ingresso al palazzo, dove è allestito un piccolo bookshop per l’acquisto del volume edito Bompiani, “I Capricci della Moda”, contenente il top dei post della Signora Sozzani direttamente dal “Blog del Direttore“.

Presa la mia personalissima copia (e qualcuna in più per farne dei regali di Natale in “limited edition”), eccomi avviarmi verso l’ascensore che mi farà salire nel pantheon della moda italiana. Arrivo al piano l’adrenalina sale e non vi dico quanto di più appena scorgo l’ingresso con l’insegna “Vogue”. “Eccoci, ci siamo” – dico io. I corridoi accolgono già qualche fedelissimo in anticipo sull’orario di visita (il calendario della manifestazione ve l’avevamo indicato qualche giorno fa); le foto e le copertine delle divine della moda scandiscono i muri candidi come se fossero tante icone sante. Ci sono tutte: Kate Moss, Lily Cole, Linda Evangelista … proprio tutte! E poi, le copertine, gli editoriali, i wall trasparenti pronti ad accogliere tutte le firme di chi è passato di qui (ve le mostriamo nella gallery e ci siamo anche noi di Modalizer); riconosco persino qualche firma nota dei VIPs che hanno preso parte alla manifestazione ieri. Tra una dedica di Donatella Versace ed una di Lapo Elkann, attendo pazientemente il mio turno scattando foto a raffica.

Dopo qualche minuto, “è il mio minuto”: Franca Sozzani si alza dalla sua mitica sedia del Direttore e mi saluta accogliendomi nel suo studio impreziosito da pubblicazioni, foto e le ultimissime copertine di Vogue. Le porgo il libro (i libri) da firmare con tanto di dedica –

“chissà che non ci si reincontri proprio qui in Vogue”

mi dice. Ma c’è di più. Si dichiara disponibilissima a ricevermi per concedermi anche una piccola intervista … un sogno!

Esco dalla fila e Raffaella mi guida alla scoperta del resto del mondo di Vogue, mentre io ho stampato sul volto un sorriso da bambina-nel-Paese-dei-Balocchi. Attendo il mio turno per l’intervista e vado all’assalto delle stanze della redazione: c’è Alice, che mi ricorda che Vogue è sempre a caccia di nuovi talenti nella scrittura, ci sono le direttrici delle sezioni Beauty, Trends, i grafici e un mondo brulicante di nuove idee e voglia di fare tendenza:

stiamo attendendo che arrivino le ultime ragazze, sai – mi dicono – con i bambini – i figli da sistemare e la riunione di redazione c’è sempre un gran da fare”.

Sorrido: io di bambini non ne ho, ma … come vi capisco! Ad un certo punto, torna Simonetta:

“la Signora Sozzani è disponibile a rispondere alle tue domande” –

arrivo! Ma di questo vi parlerò domani.Per ora, ecco le mie foto nel mio giorno da Vogue!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>