I Capelli grigi must dell’inverno 2010

di Federica Perrozziello Commenta

Se fino a qualche anno fa, avere un capello bianco, o brizzolato era sinonimo di “vecchiaia”, e quindi la corsa ai ripari era doverosa e imminente, da quest’anno il grigio diventa assolutamente un cult di moda.Finalmente le donne di ogni età potranno ostentare il fascino del proprio colore lusso di pochi fino ad ora, risultando di tendenza e all’ultimo grido.

Ma ciò che inpazza attualmente per le strade di Londra è qualcosa di diverso, che viene definita con il termine di Biondoressia, cioè letteralmente la decolorazione sistematica e progressiva dei capelli per arrivare al colore Grigio-Bianco punto più estremo della scala cromatica. Mania ormai trasformata in un vero è proprio must dalle dive hollywoodiane e dalle subrette internazioni riscuote consensi con declinazioni sempre più stravaganti. Tra le star che hanno subito sposato questa nuova tendenza troviamo in primis Lady Gaga la quale in grande stile non smette mai di stupire. Capelli lunghi, morbidamente acconciati, caratterizzati da diverse tonalità di grigio in un effetto strong che la fanno sembrare una vera e propria vecchia signora dall’aria trasgressiva. Altre due seguaci dell’effetto nonna sono la modella Kristen Mc Menamy la qualche ha smesso di tingere i suoi capelli, lasciandoli completamente nature in una cascata di lunghi capelli grigi ed anche la donna più amata dal pubblico maschile, Kate Moss, che si presenta con un look graffiante tanto che dal biondo spuntanto ciocche di grigio molto glaciale.

Il trand delle teste brizzolate è apparso per la prima volta durante la sfilata di Giles Deacon

e Gareth Pugh presentando la collezione primavera-estate 2010. Così il grigio impazzata per le strade di Londra, che sia artificiale o naturlare è il colore del momento, quindi non abbiate paura, non fatevi angosciare dalle varie apparizioni sulla vostra testa perché risultereste solo all’ultimo grido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>