I cappelli artistici Kreisicouture p/e 2011 di Krisztina Reisini

di Paola Perfetti Commenta

E’ uno degli accessori più glamour e per questo più difficili da indossare. Il modello che scegli, il modo in cui lo indossi, lo stile con cui ci ironizzi: sono questi gli elementi capaci di cambiare la tua immagine determinando il tuo mood. Imprescindibile per un dress code elegante, ormai avrete capito che il nostro venerdì si apre all’insegna del cappello ed in particolare di una creatrice che  – “tanto di cappello” – si è lanciata nella creazione di modelli estrosi ma comunque portabilissimi.

Lei si chiama Krisztina Reisini ed il suo brand é KREISICOUTURE: noi di Modalizer abbiamo scoperto i suoi copricapi  e li abbiamo ritenuti davvero interessanti quindi, chapeau:! A voi le immagini della sua nuova collezione primavera estate 2011.

Non chiamiamoli solo “copricapi”: le creazioni di Krisztina Reisini sono dei piccoli capolavori di estro e alta artigianalità, bei complementi alla moda per un look un po’ retrò ma incredibilmente originale. E non crediate che ne realizzi solo di caldi per riparare dai geloni della stagione invernale: per la prossima primavera estate 2011, Krisztina Reisini ha ideato una linea di head pièces che hanno meritato l’attributo di chapeau “objets des art”.

Si tratta di cappelli femminili un po’ vintage caratterizzati da volute, pieghe e balze, tutte assolutamente modellate a mano e senza alcun disegno. Se questo non bastasse a stupirci, poi, sappiate che ogni pezzo di Krisztina Reisini é stato interamente realizzato a mano secondo un processo di pura espressione libera. Quando si dice “avere idee frizzanti in testa”: di Krisztina Reisini vi avevamo parlato sotto le feste, a Natale, ma per chi se la fosse persa, ecco una sua piccola (ma concentratissima) biografia:

Krisztina Reisini

Krisztina Reisini ha origini ungheresi, ha vissuto tra Londra, Parigi, Los Angeles, Milano e New York ed ora ha un bell’atelier nel capoluogo lombardo dove continua a forgiare i cappelli del desiderio. Partita dalla comunicazione ed approdata prima al design e poi alla moda, vanta tra le sue fonti di ispirazione e miti la prima direttrice di Harper’s Bazaar e Vogue America, Diana Vreeland; la ballerina Josephine Baker, e poi Richard Avedon, Irving Penn…
Dalla sua “Tête a Chapeau” passando alla voglia di creare copricapi per una clientela privata, internazionale, e per personalità con una gran voglia di osare e vivere con glamour, Krisztina Reisini è arrivata alle creazioni particolarissime KREISICOUTURE che sono due all’anno, una destinata alla collezione autunno-inverno e una per la linea primavera-estate. Tutti i capi, però, sono realizzati con materiali inusuali.

Insomma, a questo punto non ci resta che lasciarvi alle sue creazioni.


KREISICOUTURE

Rispondi