Le dive italiane conquistano il Festival del Cinema di Roma

di Sandra Rondini Commenta

giorgia surina claudia gerini luisa ranieri carolina crescentini red carpet festival dl cinema di roma 2011

Le dive a Roma sono finalmente sempre più italiane. Quello che si sta svolgendo in questi giorni a Roma e che si concluderà a Roma il prossimo 4 novembre è stato un Festival del Cinema all’insegna del glamour e della femminilità tutta in rosa. E soprattutto, visto che siamo nell’anno del 150° anniversario dell’Unità d’Italia (che cade proprio il 4 novembre 2011), un Festival all’insegna dell’italianità e delle bellezze di casa nostra che nulla hanno da invidiare a quelle internazionali, anzi.

La più sfolgorante di tutte è stata Luisa Ranieri, madrina del Festival e reduce dalla sua prima maternità (ha appena avuto una figlia dal compagno Luca Zingaretti). Si è presentata sul red carpet del Festival con un favoloso abito nero di Atelier Versace, con bustier che le metteva ben in evidenza il florido decoltè e gonna che si apriva come un fiore con decine di enormi volants. Total black, very chic.


Come anche Carolina Crescentini che, in abito di pizzo haute couture color acqua marina e i capelli biondi classicamente raccolti, ha incantato il pubblico presente con il suo sguardo dolcissimo. Di Claudia Gerini abbiamo adorato la simpatia e la spontaneità con cui ha indossato al Festival un abito importante di Alberta Ferretti composto da un top-camicia semi-trasparente e da un’enorme gonna da gran soirée in tulle nero.

Strati e strati di tulle che la Gerini ha indossato leggera, con grande grazia e raffinatezza e anche per lei il make up artist si è divertito a creare un’acconciatura con capelli raccolti con tanto di coroncina intrecciata tra i capelli. Un vero spettacolo di glam e stile. Stupenda.

Come anche Giorgia Surina che basta che sorrida perché tutto intorno a lei si illumini. Bellissimo il suo abito dal taglio avantgarde in una nuance di grigio che dava appena sul celestino. Molto elegante e sofisticata. Anche lei con i capelli raccolti, aveva l’allure di una ballerina classica.

Rispondi