Gocce di Vita, il bracciale con l’RH del gruppo sanguigno

di federica guarneri Commenta

In occasione della Giornata Mondiale in memoria delle Vittime della strada, domenica 15 novembre, Dolce Vita e Tatù Niente Paura hanno presentato, nello storico ristorante milanese Giannino Di Fresco e Cimmino, Gocce di Vita: il bracciale con l’RH del sangue a cui è legata una campagna per la sicurezza stradale e per la raccolta del plasma.

Barbara_Benedettelli_Fabrizio_Passetti

Il progetto sociale, presentato dall’attivista Barbara Benedettelli con Manuel Giannini e Luca Zafarana (Niente Paura) e con il Dott. Luigi Caterino (Presidente Inuvance) verrà finanziato attraverso parte del ricavato dalla vendita di Gocce di Vita Tatù (presto disponibile in tutte le farmacie d’Italia): il nuovo bracciale con l’RH del nostro gruppo sanguigno, che potrebbe contribuire a salvarci la vita in caso di gravi scontri stradali, in cui non siamo coscienti e necessitiamo di una trasfusione.

Le farmacie sono il luogo ideale per poter sensibilizzare un problema, quello sulla sicurezza stradale, che ogni giorno vede coinvolte centinaia di persone. Grazie a chi crede in noi, come ha fatto Inuvance, continueremo a portare questo messaggio in giro per tutta Italia.

Possiamo fare molto per le Vittime della strada, dobbiamo solo avere maggior consapevolezza. Invece di indignarci davanti a chi compie quello che è a tutti gli effetti un reato, dobbiamo pensare che anche noi potremmo diventare assassini o Vittime se non abbiamo la consapevolezza che una macchina è un’arma bianca. Basta poco.

Queste le parole di Manuel Giannini e Barbara Benedettelli. La pensa allo stesso modo Luca Zafarana che con Niente Paura ha dato vita a diversi progetti contro la violenza sulle donne, ma aiutando anche in maniera concreta paesi del terzo mondo come l’Etiopia che ha potuto godere di un pozzo per l’acqua.

Rispondi