Intimo Burlesque: The Velvet Room

di Giulia Ferri Commenta

Come promesso, oggi torniamo a parlare del genere burlesque, il ritorno del vintage che s’ispira alla seduzione delle pin up degli anni ’50 e che sta conoscendo una riscoperta non solo fashionista. L’intimo che prende a modello l’esempio del genere Burlesque è un alchimia di femminilità e di erotismo mai chiaramente esplicito. Anzi, la ridondanza e i fronzoli di pizzi, nastri, merletti e perle mettono in gioco una miscela esplosiva di seduzione che evidenziano il lato femminile di ogni donna.

Un nuovo brand che si è tuffato in un progetto che apre una nuova finestra del mondo del Burlesque si chiama The Velvet Room, un’azienda di lingerie sartoriale che coniuga la creatività alla tradizione, la raffinatezza alla sontuosità, tipica di un genere che ha nel proprio DNA la parodia ed è quindi portatore di ostentazione.

Un’ostentazione che però non si direge all’esasperazione dell’estremo, anzi. La cura e la ricerca dei tessuti, la libera ispirazione a una delle culture che ha saputo sfatare la condizione di donna oggetto rifiutando la direzione opposta dell’andoginia.

La collezione The Velvet Room, di cui la performer Veruska Puff è testimonial, è un marchio d’intimo burlesque appena nato che già dimostra di avere le carte in regola per la chiave del successo: pochi capi di collezione ma tanta ricerca nel dettaglio e fantastici accessori che nel burlesque non possono proprio mancare.

Rispondi