Kate Middleton e la lotta con il tacco incastrato nella grata

di Lorena Scopelliti Commenta

I tacchi che si incastrano nelle grate sull’asfalto o per strada, nei tombini, non guardano in faccia nessuno e non fanno differenza tra ceti sociali: Kate Middleton come una di noi, ma con milioni di flash puntati addosso, ha ingaggiato una piccola lotta con il tacco della scarpa durante la festa di San Patrizio. 

A chi di voi non è mai capitato? Ammettiamolo: le decolléte slanciano la figura, fanno sembrare le gambe più lunghe, ma certamente creano non pochi problemi quando si tratta di andare in giro in città. Pericoli a ogni angolo: scale, marciapiedi, scale mobili, per non parlare dei tombini e delle temutissime grate. Rimanerci incastrate è un vero e proprio piccolo dramma: liberarsi dalla morsa di una grata può essere piuttosto difficoltoso, specialmente se siamo sole e, in particolare, se siamo piene di pacchi, pacchetti o con le braccia occupate dalla borsa e della business bag.

Kate Middleton ha vissuto quest’esperienza sotto l’occhio di milioni di persone, centinaia di flash e le telecamere di decine di emittenti televisive: con grande eleganza e un sorriso divertito, però, se l’è cavata egregiamente, anche perché ha disinvoltamente utilizzato il marito William, al suo fianco, come appoggio funzionale. Attorniata dalle guardie reali e da alti fuzionari, una splendida Kate ha dato prova di grande padronanza di sè e, alla fine, è riuscita ad avere a meglio sulla grata che intrappolava il tacco delle decolléte nere e scamosciate.

Splendido il cappottino in lana verde bosco che indossava, con bavero profondo a V, che lasciava intravedere la curva dolcissima del ventre in dolce attesa: dato il clima non proprio favorevole, Kate ha scelto un paio di collant ultracoprenti neri e un maglioncino a collo alto. Molto complesso e articolato il decoro del cappellino, che portava spostato lateralmente su un’acconciatura degna di una principessa: uno chignon finemente realizzato e basso che valorizzava il collo e rendeva più aggraziato il viso.

Photo Credit| Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>