Kenzo adv p/e 2013: animalier e colori psichedelici

Spread the love

Dopo il grande successo riscosso con l’esclusiva sfilata della collezione uomo autunno/inverno 2013-14 a Firenze, nell’ambito di Pitti Uomo, dove la griffe era Guest Designer, Kenzo, di proprietà del polo del lusso francese Lvmh e passato da alcune stagioni sotto la direzione stilistica di Humberto Leon e Carol Lim, già artefici del successo di Opening Cerimony, ha finalmente lanciato l’adv della sua collezione donna p/e 2013.

Se in sfilata lo scorso settembre, durante la fashion week parigina, l’ispirazione era stata dichiaratamente jungle con tante macro stampe animalier reinterpretate con grande humour e originalità grazie ad allegre nuance pop, il nuovo adv della griffe, fondata nel 1970 dallo stilista giapponese Kenzo Takada, non tradisce questo mood, anzi, lo rende ancora più pop e colorato, tra tocchi grafici multicolor, psichedelici e camouflage a go go.

Come si intuisce anche dalle posizioni in cui i modelli protagonisti della campagna stampa sono in posa nelle due differenti, ma speculari immagini dell’adv, il nome del progetto pubblicitario è “X Campaign”. L’idea di questo adv è nata dall’incontro tra Jean-Paul Goude e i direttori creativi di Kenzo, Carol Lim e Humberto Leon che volevano qualcosa di dinamico e originale e, chiaramente, sono riusciti ad ottenerlo. La campagna stampa cattura l’essenza della collezione p/e 2013 di Kenzo tra colore e geometrie davvero uniche.

Protagonisti dell’adv sono Ming Xi e Jester in pose acrobatiche e con indosso i capi più iconici dell’ultima collezione p/e 2013 di Kenzo. La modella, in particolare, alterna un delizioso minidress con macrostampa animalier con gonna leggermente balloon e stivaletti ton sur ton con un completo composto da minichiodo nella stessa fantasia jungle dell’abito, body tigrato, pants skinny stampato animalier e sandali metallici open toe. Una campagna stampa finalmente estiva, coloratissima e originale che non può non catturare l’attenzione grazie alla sua grafica accattivante.

Lascia un commento