Londra Fashion Week: le più belle sfilate della terza giornata

di Redazione 1

Terza giornata di sfilate alla London Fashion Week che continua a svelare i suoi assi e manda in passerella tre grandi nomi come Burberry Prorsum, Christopher Kane e Antonio Berardi, in attesa della giornata conclusiva di oggi con gli ultimi defilè, dopodichè il testimonial passerà a Milano.


C’era grande attesa per il brand inglese sinonimo del lusso e del gust brit nel mondo con i suoi trench e la celebre stampa tartan. Burberry Prorsum, disegnata da Christopher Bailey, non ha deluso le aspettative e per la prossime estate 2013 ha mandato in passerella una donna fresca e colorata, piena di joie de vivre, in grado di reinterpretare con ironia e dissacrazione i grandi must della maison inglese. Ecco allora sfilare, oltre a giacche in pelle con maniche a kimono e divertenti mantelline in plexi, i nuovi trench metallizzati e drappeggiati finemente in tante nuance diverse, caratterizzati da una linea avvitata e dalla lunghezza al ginocchio, mentre su costumi da bagno castigati, stile anni Sessanta, splendidi caban dalla forma egg shape, avvolgono la silhouette come in un bozzolo.

Le gonne sono rigorosamente lunghe al ginocchio, in linea con il trend newyorkese della longuette, ma non mancano anche sexy hot pants e pantaloni skinny a sigaretta. Gli accessori sono multicolor, come le scarpe con zeppa, mentre le bag sono proposte sia nella classica stampa tartan con dettagli in pelle metallizzata che in plastica colorata con manici in pitone ton sur ton per un tocco di luce glam che valorizza e accende il look di nuovi riflessi.

Particolarmente amato da Donatella Versace è il giovane Christopher Kane che per la maison della Medusa disegnò una capsule collection per la linea Versus. Kane è dotato di un suo stile preciso e ben distinguibile da tutti gli altri stilisti in passerella, segno di un talento che è riuscito ad affermarsi esprimendo sempre e con coerenza la propria voce artistica. La sua nuova collezione primavera/estate 2013 è caratterizzata da una vena di romanticismo che, passando attraverso look minimal chic in total white, diventa lampante in abiti da cocktail proposti in diverse tonalità pastello e pieni di ruches delicate e trasparenze see through. Tema ricorrente il fiocco, spesso ripetuto più volte su tubini dalla linea avvolgente.

Lo stilista inglese di origini italiane, Antonio Berardi, che ha tra le sue clienti più affezionate la bellissima pop star Kylie Minogue e molte altre celebrities, ha scelto di puntare tutto sul colore e sulla geometria per una serie di abiti e tailleur in cui sono il design e la sperimentazione i veri protagonisti della sfilata. Con asimmetrie volutamente esagerate, come il retro di corsetti e giacche che scivola maestosamente a punta creando ampi volumi, Antonio Berardi sperimenta una nuova idea di pret à portér che è sicuramente demi-couture o almeno aspira ad esserlo. Non mancano anche soluzioni più basic con piccole giacche con giochi di volant in vita e tailleur sartoriali con eleganti pants a sigaretta.

Photo Credit | Vogue

Commenti (1)

  1. Il trench metalizzato Burberry!!!! wowwww

    Fashion e news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>