Miley Cyrus trasforma il suo look con borchie e stivali

di Redazione Commenta

Spread the love

Miley Cyrus si trasforma, da stella del firmamento Disney con un look prevalentemente sobrio e quasi sempre romantico, a bionda ribelle con abiti da rock star. Il cambiamento, avvenuto nel giro di pochi mesi,  ha già raccolto numerosi pareri sul web da parte dei fan della cantante, i quali si dicono pronti ad accettare questi nuovi trend lanciati dalla loro beniamina.

La cantante Miley Cyrus continua dunque a stupire i suoi fan con abbigliamento, make-up ed acconciatura del tutto nuovi. I suoi lunghi capelli, morbidi e setosi, castani con riflessi dorati, sono stati recisi di netto, un taglio geometrico e cortissimo messo in risalto da una tintura biondo platino. Il make-up invece si è fatto deciso, la giovane pop-star ha scelto di mettere in risalto le labbra piuttosto che gli occhi, con dei rossetti a prova di concerto, resistenti e dalle tinte forti. Gli outfit sono stati praticamente stravolti. La mutazione è avvenuta quasi radicalmente, passando dagli abitini a fiori e dalle tinte pastello, agli shorts accompagnati da biker boots e collant strappati.

 

Il risultato finale è stato un look da palcoscenico decisamente rock e audace, pelle, ecopelle, borchie, stivali animalier e scollature che non lasciano più nulla all’immaginazione. A Las Vegas, in occasione del “iHeartRadio Music Festival” la Cyrus ha sfoggiato anche una cintura Moschino, brand notoriamente bon-ton, accostandolo ad un outfit decisamente sensuale e a tratti eccessivo. Un’esibizione del proprio corpo e delle proprie forme dunque per Miley Cyrus che svetta su tacchi altissimi i quali, vanno a completare un look estremamente sfrontato che non ricorda neanche lontanamente i vecchi tempi di Hannah Montana. Segue una photo gallery che ripercorre i look e lo stile delle pop star ventenne.

Photo Credits | getty images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>