Mostra del Cinema di Venezia 2012: Trame di Moda con gli abiti da red carpet delle dive

di Sandra Rondini Commenta

Trame di moda: Donne e stile alla Mostra del Cinema di Venezia”: in mostra in questi giorni in Laguna in occasione della 69esima Mostra del Cinema di Venezia gli abiti e i film che hanno segnato oltre ottanta anni di cinema. A cura di Fabiana Giacomotti e Alessandro Lai, la mostra è davvero molto affascinante e suggestiva e si tiene nelle splendide sale di Palazzo Mocenigo che è anche Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume.


L’allestimento, realizzato negli spazi suggestivi tra il piano terra e il piano nobile di Palazzo Mocenigo, mette in scena le corrispondenze fra i costumi dei grandi film girati nella città lagunare, la moda attuale che a questi film e a queste suggestioni si è ispirata e i preziosi capi conservati nel Museo. Oltre settanta abiti provenienti da collezioni private, dagli archivi delle maison di moda e da quelli dei costumisti più famosi del mondo. Abiti davvero unici e spettacolari che resteranno in esposizione fino al prossimo 6 gennaio 2013. Ampia parte di questa interessante retrospettiva, allestita durante la Mostra del Cinema di Venezia, sarà riservata ai grandi abiti sfoggiati sul red carpet della Mostra negli ultimi cinquant’anni e alle attrici che li hanno indossati.

Storia e storie di abiti couture e delle dive che li hanno sfoggiati con grandissima grazia ed eleganza, segnando spesso una tendenza e restando imperituri nella memoria dei cinefili e dei fashionisti di tutto il mondo. Aderendo al fascino del progetto, anche ABC Manichini e ALU hanno collaborato  con entusiasmo alla mostra “Trame di Moda” partecipando attivamente alla realizzazione dell’esposizione, per offrire ai visitatori la bellezza dei costumi attraverso soluzioni stilistiche originali. ABC ha partecipato alla mostra allestrando lo space di “Trame di Moda” con 80 manichini, provenienti dalle collezioni di punta dell’azienda, appositamente, poi,  interpretati dall’estro creativo del team aziendale, mentre ALU ha contribuito al prestigio e al valore della mostra attraverso le proprie soluzioni espositive, scegliendo la miglior disposizione  possibile per queste incantevoli figure.

Un percorso in cui le andrienne di Palazzo Mocenigo (sottovesti settecentesche) dialogano con l’abito della bambola meccanica disegnato da Danilo Donati per “Il Casanova” di Federico Fellini e con la preziosa reinterpretazione di Karl LagerfeldFendi destinata a uno storico ballo di palazzo Corsini, e dove i delicati abiti da sera creati da Piero Tosi per Silvana Mangano in “Morte a Venezia” trovano la loro dichiarata ispirazione nelle mise più sognanti degli stilisti di oggi. In tutto nove film per altrettanti modelli femminili ed epoche storiche, da “Mambo” e “Tempo d’estate” a “Senso”, “Anonimo Veneziano”, “Morte a Venezia”, “Casanova”, “Il Talento di Mr Ripley“, “Le ali dell’amore“, “The Tourist”. Un excursus inedito destinato a celebrare anche gli 80 anni della Mostra del Cinema di Venezia, di cui una parte significativa è proprio riservata ai grandi abiti di red carpet degli ultimi cinquant’anni e alle attrici che li hanno indossati da Anna Magnani, Sophia Loren, Valentina Cortese, Gwyneth Paltrow, Anne Hathaway, Keira Knightley e Madonna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>