Paola Frani & PF a/i 2011 2012: pizzi, dettagli gioiello e la prima Paola Frani Girl

di Paola Perfetti Commenta

Pizzi, trasparenze, inserti e dettagli preziosi per una collezione Paola Frani e PF che, per il primo anno, conquista anche l’abbigliamento baby con la prima Linea Paola Frani Girl.

Sono queste le tendenze che la maison Paola Frani ha presentato ieri a Milano, confermando lo stupore e la meraviglia che già avevamo avuto modo di provare di fronte alla sfilata della donna cigno durante la Settimana della Moda Milanese.

Due linee, due modi diversi ma analoghi di sentire la femminilità vissuta sempre in modo bon ton e prezioso: oggi vogliamo raccontarvi questo ricco “universo femminile secondo Paola Frani” mostrandovi tutti il mondo che la stilista ha previsto per noi gentilli donzelle – “un po’ femme fatale e un po’ Capuccetto Rosso” – per il prossimo autunno inverno 2011 2012 .

Abbiamo deciso di farlo in modo esteso, ovvero con una breve descrizione ed una estesa gallery…dopo il salto!

Paola Frani anticipa l’autunno inverno con una collezione delicata e preziosa fatta di sovrapposizioni di tessuti, sempre preziosi e che annoverano la seta, i pizzi, il tulle.. Sono stati tagliati con maestria ed arricchiti di tessere di luce ovvero inserti gioiello che vanno dai collari annessi ai baveri delle macro tute fino ai preziosi disegni su corpetti, manichine e così via, così da rendere preziosissimo ogni capo della linea della maison. In che modo?

Andiamo con ordine e scopriamo le due serie!

Paola Frani haute couture: l’autunno inverno 2011 2012 della prima linea Paola Frani

Una donna cigna affusolata e che si fa leggera e intensa come la protagonista dell’ultimo film di Natalie Portman, Il Cigno Nero. La donna Paola Frani del prossimo a/i è elegante e altera, indossa abiti georgette in pizzo e pitone che abbina a lussuose mantelle in visone (a proposito la mantella, insieme alla rivisitazione del classico Montgomery, si candidano ad autentici must to have della prossima stagione!).

Nel suo guardaroba, poi, dominano le camicie in struzzo; è un tripudio di pallettes e piume mentre il pantalone a bande paillettes si fa cady e fluido. Gonne a spicchi crepette o a godette si abbinano a guanti in rouches neri e diventano solo alcuni dei dettagli di una signora d’altri tempi elegante e impalpabile, quasi etera con quegli abiti che sono a volant georgette, drappeggiati frisè stampa cigno o midi frisè.

E per il quotidiano? Paola Frani prone bluse haute couture mai dimentiche di fiocchi così come i cappotti non rinunciano alla pelliccia: in questo modo la maison crea un sapiente mix fra maglieria e altissima conceria che è un omaggio alla alta produttività del nostro made in Italy.

Ma di questa straordinaria linea vi abbiamo già parlato, e non di soli cigni neri e delicatissimi uccellini dai colori del cielo, color cipria o crema è colorato l’universo autunno inverno 2011 2012 Paola Frani.

PF: Paola Frani a/i 2011 2012

La linea PF, quella più commerciale e adatta ad ogni momento della giornata, riflette un mondo che è una favola moderna, o meglio – seguendo il concept dichiarato dalla maison:

“Un viaggio onirico tra spazi siderali e ricche tradizioni. un’avventura emozionale”.

In questo percorso ritagli di vita urbana si mischiano in un mondo fantasy, poetico e fragile, in cui la Lei Paola Frani è una fashionissima Cappuccetto Rosso metropolitana, una Regina delle Nevi che

“esalta il bianco d’inverno, evoca spazi siderali e si mimetizza con manti di lupo e piume d’uccelli.
Passa in boschi incantati, prende spunto dai colori delle foglie d’inverno e delle bacche che di rosso colorano le labbra. Cinture fiocco in eco vernice le sottolineano la vita.
Il richiamo della natura la avvolge, le solletica i sensi rendendoli più acuti, è l’emozione di riconoscersi in essa come un essere naturalmente imperfetto, si perde allora nella gioia dei particolari delle lavorazioni manuali, un revival dei tempi andati che si manifesta con un vintage bon –ton “,

ovvero, una fata urbana che indossa pizzi e merletti, nastri, frange e pellicce, stampe in una trama che un trionfo di abitini bon ton, mantelle (nuovamente), leggins, fiori, fiocchi di una nuova dimensione Eco-glamour in cui dominano i toni, questa volta, del blu, le rouches, ancora colli preziosi-ma-meno-pretenziosi della prima linea e minidress in mille fogge e portabilità. Piumini, tailleur, pantaloni e magnifici cappotti vestono anche i colori del cielo, si impreziosiscono di dettagli tres chic, e non rifuggono la reinterpretazione di stile “Chanel” declinati in patchwork di colori o nell’elegantissimo rosso… come Cappuccetto!

Ma il mondo delle favole prosegue nella prima Linea Baby, la prima di Paola Frani … ne riparleremo. Per ora, godetevi la nostra gallery!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>