Al Pink Tie Ball, gala di beneficenza contro il tumore al seno, Michele Miglionico veste la conduttrice tv Lorella Landi

di Sandra Rondini Commenta

Lo scorso 24 novembre si è tenuto a Roma, come ormai da tradizione, il Pink Tie Bal, il celebre gala “in rosa” per sostenere la lotta ai tumori del seno con il contributo di Starwood Hotels & Resorts. L’elegante serata benefica organizzata dalla Susan G. Komen Italia, è stata presentata da Giovanni Anversa e Livia Azzariti e si è svolta nelle magnifiche sale del Grand Hotel St. Regis Rome, l’albergo della Dolce Vita, dove Fellini e tante altre star del cinema amavano soggiornare quando erano a Roma.

Giunta alla sua quarta edizione e ogni giorno riesce a coinvolgere nel suo intento benefico sempre più persone perché la causa per la qual raccoglie fondi purtroppo riguarda da vicino tutte noi. La sensibilità verso questo evento è, quindi, estrema, così come la partecipazione commossa e sincera di chi ha l’onore di presenziarvi, tra cui molte personalità del mondo dell’imprenditoria, dello spettacolo, della politica, dello sport, della moda e della cultura.

Padrone di casa Prof. Riccardo Masetti del Policlinico Gemelli di Roma, in prima fila in questa battaglia e madrine d’onore le attrici Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi, storiche testimonial della Komen Italia. Sempre presente anche lo stilista Michele Miglionico, da sempre sensibile a questa causa e che, per l’occasione, vestito la conduttrice televisiva Lorella Landi con uno splendido abito lungo a sirena della linea Michele Miglionico Haute Couture, in pizzo chantilly rosa, interamente ricamato in cristallo color oro con sottogonna plissé in organza marrone che sosteneva con grazia l’orlo mentre il decolleté era tagliato a sottoveste.

Sensuale e raffinato, un mix vincente per un abito davvero romantico e femminile, in tema con la soavità del Pink Tie Bal, dedicato a tutte le donne e alla loro vita e bellezza, da proteggere con amore. Tutti i generosi ospiti hanno, infine, partecipato ad una elegante cena curata dallo chef Gianfranco Vissani e ad un’asta benefica silenziosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>