Lo shooting di Diego Diaz Marin per Aquazzurra primavera estate 2013

di federica guarneri Commenta

Il fotografo 25enne Diego Diaz Marin, spagnolo di nascita ma stabilitosi in Italia per rafforzare il suo legame con l’alta moda, firma un altro successo. Tra colori forti, ironia ed un forte senso estetico, presenta con uno shooting la nuova collezione di scarpe Aquazzurra p/e 2013.

Realizzate nella splendida e solare location di Forte dei Marmi, piccolo comune bagnato dal Mar Ligure, le fotografie di Diego Diaz Marin, realizzate con il sapiente aiuto della stylist Erica Pelosini, riescono a trasmettere calore e fervore già dal primo sguardo. Nonostante il freddo gelido stia attanagliando l’Italia intera, lo shooting del giovane fotografo spagnolo contagia tutti con il bollore tipico dell’estate, grazie ai suoi colori vivaci ed al suo spirito estremamente giocoso. La sua ispirazione proviene sempre da Torre del Mar, cittadina spagnola in cui Diego nacque nel 1987 e che ancora oggi, nonostante il trasferimento nella bellissima Firenze, gli fornisce idee e spunti per i suoi lavori.

Le scarpe realizzate da Aquazzurra, brand Italiano (fiorentino) nato dall’intraprendenza del colombiano Edgardo Osorio, sono destinate ad un pubblico femminile ironico ma mai volgare. I modelli, con tacco oppure raso terra, in cui l’ananas è l’elemento principale della calzatura, divertono senza mai scadere nella banalità o peggio, nell’assurdo. In ogni caso i colori sembrano essere l’elemento principale di questa collezione primavera/estate 2013, primo tra tutti il rosso, passionale, focoso e al contempo ironico il quale si presta perfettamente alla realizzazione di sandali con zeppe vertiginose.

Il pattino del bagnino, una spiaggia assolata, un’ananas da calpestare e delle cabine da spiaggia colorate come se ci si trovasse in un villaggio di Barbie, sono il perfetto sfondo per questo shooting. Un servizio egregiamente realizzato da un fotografo il quale ha sviluppato questa passione da bambino ed in fondo, vuole mantenere viva ancora oggi questa sua genuina puerilità che certamente risulta essere la chiave del suo successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>