Shopping online in crisi secondo Kelkoo.it

di Redazione Commenta

Il report è stato condotto da Kelkoo.it, la piattaforma e-commerce tra più grandi in Europa con una vetrina di 10 mila negozi online e 44 milioni di offerte per un utenza stimata di 10 milioni. Un ottimo campione per fotografare una realtà che riguarda lo shopping online.

Secondo quanto riportato da Kelkoo gli acquisti tramite web sono in calo dello 0,5 % rispetto il 2009, anche se per il periodo natalizio – che rappresenta circa 1/4 del retail – è prevista una forte ripresa.

Secondo Pierpaolo Zollo, Country Manager di Kelkoo Italia le settimane di picco degli acquisti natalizi sono fondamentali per i rivenditori Italiani, dal momento che molti genereranno fino alla metà dei propri ricavi durante questo periodo. Inoltre, il settore retail è una delle principali fonti dell’economia italiana, con oltre 2 milioni di persone impiegate in più di 930.000 esercizi commerciali, rappresentando il 17,6% del prodotto interno lordo. Il comparto retail è considerato dagli economisti uno dei principali indicatori dei trend economici, e i risultati di questo Natale si dimostreranno fondamentali nello stimolare la crescita delle vendite al consumo e nell’aiutare la ripresa economica dell’Italia nel suo complesso.

Le previsioni per il comparto retail in occasione di queste festività natalizie sono tiepide, e le condizioni di vendita per i mesi a venire rimarranno difficili.
Tuttavia, la spesa online sta crescendo in modo significativo, rappresentando una sfida reale per la dominanza delle vendite tradizionali. Le vendite su internet in Europa giocheranno un ruolo più importante che mai durante questo periodo natalizio, con spese online record per i consumatori, e l’e-commerce sarà l’elemento fondamentale per la crescita complessiva delle vendite al dettaglio durante la stagione festiva.
“È in questo contesto che quei commercianti che sono impegnati a migliorare le loro prospettive di crescita hanno riconosciuto l’importanza di stabilire una solida presenza online, come dimostrato da H&M, Gap e Zara, che hanno tutti lanciato portali per le vendite online nel corso dell’ultimo trimestre. Nel contempo, i tagli previsti dal governo e l’incertezza economica potrebbero compromettere la spesa dei consumatori, determinati più che mai a ottenere i prezzi migliori, il che spiega perché prevediamo che molti di loro si affideranno all’online per gli acquisti natalizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>