Elsa Schiaparelli: c’è la maison e l’atelier, ma manca ancora lo stilista

di Redazione 2

Diego Della Valle ha promesso di rilanciare una delle griffe più famose della storia della moda, quella di Elsa Schiaparelli, geniale couturier surrealista, nata a Roma e vissuta a Parigi, ma ha un problema: non ha ancora trovato lo stilista. In lizza c’erano John Galliano e Rodolfo Paglialunga, fino allo scorso settembre direttore artistico della storica maison Vionnet. Si è creata a Parigi una situazione molto singolare nel senso che c’è la maison, fisicamente, ma non c’è un direttore artistico e una linea moda da far sfilare!


La maison è sempre alla sua sede storica, al 21 di place Vendome, ben 800 metri quadri dove ci sono tre piani interi con tanto di atelier, showroom e uffici completamente ristrutturati con quel tocco surrealista tipico dello stile della leggendaria sarta Elsa Schiaparelli, unica e sola vera rivale di Coco Chanel, a cui il Metropolitan Museum di New York ha dedicato una mostra dal titolo “Schiaparelli and Prada: Impossibile conversations”. Musa di surrealisti e animatrice della scena intellettuale più frizzante della Parigi del Secondo Dopoguerra, è stata lei ad aver fatto per prima grande uso del jersey nella moda per evitare la schiavitù delle taglie.

Inoltre, ha inventato la chiusura lampo che andò a sostituire le file interminabili di bottoncini per chiudere un abito, ha creato il rosa shocking, una nuance che non esisteva e che da allora non è mai passata di moda e fu tra le prime a credere nelle potenzialità del pret à portér e, quindi, nella produzione su larga scala industriale. Nel frattempo a rappresentare la maison nel mondo e fare public relations è stata chiamata da Diego Della Valle in persona, una favolosa ex top model di origini algerine, , nonchè attrice, regista e produttrice, tanto che si dice abbia in programma di girare presto un film su Elsa Schiaparelli. Si tratta di Farida Khelfa, musa di Azzedine Alaia e di Jean Paul Gaultier.

Ma chi sarà lo stilista della maison? dalla maison annunciano che il nome sarà reso noto ufficialmente solo all’inizio di ottobre e che la prima collezione sfilerà durante la settimana dell’alta moda parigina di gennaio. Inoltre, non esisteranno altre boutique Elsa Schiaparelli nel mondo, solo questa immensa reggia parigina arredata con tanti pezzi d’arte antca, tanto chiari alla mitica Schiap, come veniva chiamata a Parigi la grande Elsa Schiaparelli.

credit images | Getty

Commenti (2)

  1. Those gloves are so much fun 🙂 When I was wroikng as a dentists chair-side assistant many moons ago, we used to paint nails on the latex gloves for fun…obviously we weren’t allowed to wear them when we had patients in, shame really as they looked really funky :)You asked me about the vintage blouse with the flapper folk print on it, the label reads 102cms which is the chest circumference measurement, the waist measurement is 94cms, it didn’t sell on Saturday but I had a few customers enthralled with its funky print.If you are still interested e-mail me and I’ll give you a great deal on it :)You look fabulous in bold polka dots & Lidia did a fantastic job with those gloves…xXx

  2. So wonderful…I think the glevos are super & better than the inspiration ones, what a lovely gift!! I do love polka dots, they make me smile :))) Thank you so much for your warm and kind words my friend…I really appreciate it so much!! I am doing well, now to get over this flu…BIG BIG hugs and lots of love from me to you!! XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>