L’estate sexy di Dolce & Gabbana con Monica Bellucci e Bianca Balti

di Sandra Rondini Commenta

Domenico Dolce e Stefano Gabbana l’avevano già annunciato alla stampa, al termine della loro ultima sfilata della collezione primavera-estate 2012, con colonna sonora “Mambo Italiano” cantata da Sophia Loren e tanto di scenografia allestita con le luminarie colorate tipiche delle feste patronali del Meridione.

Un ritorno alle origini, voluto e cercato per ricominciare da capo, da quell’ispirazione che tanta fortuna ha portato loro a inizio carriera: le atmosfere calde del Sud e, in particolare, quelle passionali della Sicilia ora non fanno più capolino come cifra stilistica del loro brand, ma ne sono le assolute protagoniste. Oggi come vent’anni fa.


La loro collezione è ispirata alle forme delle maggiorate con vitino da vespa e curve a clessidra. Se in passerella le modelle, senza le forme delle dive di un tempo, erano aiutate a simulare questo amarcord con gonne a ruota e top reggiseno quasi push up, nella vita di tutti i giorni le curvy sul serio troveranno nell’ultima collezione di Dolce & Gabbana tanti capi perfetti per valorizzare la loro silhouette. Naturalmente, in piena operazione nostalgia, il duo di stilisti milanesi chi poteva reclutare nella sua ultima campagna stampa? Ovviamente Monica Bellucci, per anni icona della loro Sicilia in bilico tra tentazione e peccato, virtù e passione.


Nell’adv della primavera-estate 2012, che sembra ambientata negli anni Sessanta, la splendida Monicà è però costretta ad arrendersi al tempo che passa e a recitare per Dolce & Gabbana la parte della madre di Bianca Balti, giovanissima e bellissima modella italiana, che rappresenta l’anima inquieta di una Sicilia che cerca di svincolarsi da antiche tradizioni e tabù.

Così se la Balti rappresenta il presente e forse il futuro di quest’isola tempestosa, Monica Bellucci si ritaglia un cameo da matrona siciliana, fuoco sotto la cenere, pudica e di pizzo nero vestita, fino a una foto che finalmente sdogana anche lei dai lacci di una costringente moralità e, in quel momento liberatorio, in cui la sensualità mediterranea di Monica esplode grazie alle sue vere curve da maggiorata, ritorna ad esser, ancor più della Balti che forme non ha, la vera musa di Dolce & Gabbana. Oggi, ieri e domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>