Gwyneth Paltrow testimonial per Coach

di Sandra Rondini Commenta

70 anni di successi per un brand sono tanti e vanno festeggiati alla grande, magari con una campagna pubblicitaria in grande stile che ti permetta di guardare al futuro, o meglio all’Europa, per espandere un marchio che negli Stati Uniti è già da tempo una vera istituzione.

Stiamo parlando di Coach, griffe americana di borse e accessori di lusso, dai pregiati dettagli e dalle finiture perfette che proprio quest’anno festeggia settanta anni vissuti sempre al top. Protagonista della campagna stampa, come ormai da mesi è stato annunciato, sarà la raffinata attrice americana Gwyneth Paltrow, star atipica e originale nel firmamento hollywoodiano, eterea e sofisticata, da sempre associata per antonomasia alle grandi icone glam del passato, come Grace Kelly e Audrey Hepburn di cui la bella moglie di Chris Martin, leader dei Coldplay, sembra aver ereditato grazia, eleganza e femminilità.

Negli scatti firmati dal grande fotografo Peter Lindbergh, che l’ha ritratta su una terrazza della sua adorata Manhattan per la campagna stampa della collezione autunno-inverno 2011/2012 di Coach, l’attrice appare più bella che mai. Così semplice e affascinante, Gwyneth in tutta la sua vita, sia di attrice che di fashion icon, non ha mai avuto bisogno di particolari luccichii per poter brillare, anzi spesso le è bastato semplicemente essere se stessa, una donna upper class di grande cultura e personalità, newyorkese nel profondo dell’anima, proprio come il marchio Coach, legato alla Big Apple a doppio filo.

Un brand fresco e moderno che ha sempre percorso in modo originale la sua storia stilistica, proprio come la sua testimonial Gwyneth, da sempre in antitesi al solito stereotipo della starlette bella e senz’anima (e, soprattutto, senza cervello) che Hollywood sforna a getto continuo.

Da questo mese la campagna stampa, che la vede protagonista per Coach, sarà diffusa capillarmente sia negli Stati Uniti, dove il brand conta ben 450 boutique monomarca, che su alcuni importanti mercati europei di rilievo (Francia, Gran Bretagna, Spagna e Portogallo) e asiatici (Cina e Sud-Est asiatico) su cui il marchio Coach ha posato gli occhi come potenzialmente interessanti. Speriamo che anche l’Italia rientri presto nelle sue mire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>