Harper’s Bazaar: ecco il top delle modelle che hanno fatto storia

di Paola Perfetti 1

Harper’s Bazaar omaggia la storia della moda e delle modelle, 26 in tutto, che hanno reso grande il mondo del fashion dagli inizi del secolo ad oggi.

Da Dorian Leigh a Gisele Bundchen, una gallery di bellissime.

Una carrellata di donne straordinarie che per fascino e appeal sono diventate icone della loro epoca e hanno reso importanti i brand per cui hanno posato – naturalmente sotto l’obiettivo di fotografi unici come Richard Avedon e Helmut Newton.

Come Dorian Leigh, 5 matrimoni e vera Holly Golightly degli anni ’40; Dovima, la quintessenza dell’eleganza degli anni ’50; Sunny Harnett, Bond girl ante litteram con la sua immagine alla roulette del casinò.

E poi, Lisa Fonssagrives (erano gli anni ’40-’50), Suzy Parker – la prima modella a guadagnare più di 100 dollari all’ora; Jean Shrimpton, spirito della freschezza del dopo guerra londinese; Twiggy e la sua bellezza androgina; la teutonica Veruschka, Valchiria che fece discuutere per la sua eccessiva altezza; Marisa Berenson, la donna Yves Saint Laurent degli anni ’70; Lauren Hutton, la prima modella a concludere un contratto in esclusiva con una griffe come Revlon, nel 1973.

Per arrivare ai miti dagli anni ’80 più vicini a noi, come Jerry Hall, Patti Hansen (oggi moglie del musicista Keith Richards), Iman – dell’attuale Iman Cosemtics nonchè signora Bowe, Cheryl Tiegs, Paulina Porizkova, il trio Cindy CrawfordTatjana PatitzStephanie Seymour, Linda Evangelista, Christy Turlington, Naomi Campbell, Nadja Auermann (fantasia di Helmut Newton), Shalom Harlow, Amber Valletta.

E oggi? Harper’s Bazaar non poteva non includere le icone di oggi: Kate Moss, Stella Tennant, Gisele Bündchen, Natalia Vodianova, Daria Werbowy e Lily Donaldson.

Una gallery che fa storia, credo cha anche così valgano ben più di un calendario, non tanto per l’indubbia bellezza, quanto per il fascino con cui hanno reso grande la moda che tanto amiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>