Jean Paul Gaultier: adv p/e 2013 con le icone pop rock anni Ottanta

di Redazione Commenta

Dopo la meravigliosa sfilata-show di Jean Paul Gaultier che, a settembre, a Parigi, ha fatto sfilare nella sua collezione p/e 2013 le modelle truccate come le maggiori pop-star degli anni ’80, adesso è finalmente uscito il tanto atteso adv che, infatti, non delude le aspettative.

Sembra quasi di essere tornati ai tempi del cartoon “Jem”, tipicamente Eighty, con la girl band delle Holograms, composta, per l’appunto, da Jem, Kimber, Aja e Shana Elmsford, che infiammava il pubblico televisivo e faceva sognare tutti i teenager per la sua carica rock e trasgressiva. Nell’adv della collezione p/e 2013 è ritratto, infatti, proprio come nei mitici poster degli anni Ottanta, un gruppo di quattro cantanti, tutte bellissime e presumibilmente appartenenti allo stesso gruppo musicale, se non si trattasse, in realtà, a ben guardare, delle sosia di Ziggy Stardust (alter ego androgino di David Bowie), Madonna, Grace Jones e Boy George.

Un autentico dream team che tutti noi avremmo tanto voluto veder esibirsi tutti insieme su un palco e che adesso, solo grazie alla fantasia irrefrenabile di Jean Paul Gaultier, abbiamo però, virtualmente visto sfilare in passerella, condividendo un defilé che, certamente, passerà alla storia per audacia e inventiva. Le modelle ritratte nell’adv, realizzato dal fotografo Sebastian Kim a Parigi subito dopo la sfilata della collezione per non dover ripetere il lungo lavoro di make up ed hair styling sulle modelle, sono Ginta Lapina, Jeneil Williams, Maria Kashleva e Hannelore Knuts.

Molto Eighty, perché realizzato in neon fluorescente fucsia con i caratteri tipici di quegli anni, è anche il logo di Jean Paul Gaultier, sovrimpresso in basso a sinistra all’immagine. Il nuovo adv di Jean Paul Gaultier piacerà ai nostalgici degli “anni di panna”, come erano soprannominati gli edonistici anni Ottanta, e faranno comprendere ancora meglio ai giovani di oggi l’incredibile eredità culturale e il glamour assoluto che quegli anni ci hanno lasciato, nella musica come nella moda e nell’arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>