Lady Gaga in look anni Settanta canta con i Rolling Stones

di Redazione Commenta

Per la chiusura in grande stile del loro tour “50 and counting” i mitici Rolling Stones sono stati festeggiati sul palco, nella tappa finale di Newark, in New Jersey, da due mostri sacri della canzone: Bruce Springsteeen e Lady Gaga.

Per il Boss, appena salito sul palco, c’è stata un’autentica ovazione perché nel New Jersey il grande Bruce Springsteen è letteralmente di casa e appena, con i suoi jeans da rocker attillati e la camicia sbottonata al punto giusto per mostrare ancora pettorali da urlo, ha intonato uno dei grandi successi dei Rolling Stones, “Tumbling Dice” il pubblico si è letteralmente sciolto per l’emozione.

Lady Gaga, invece, che non può certo dirsi al suo livello perché più che una vera cantante è una performer e una ballerina e, come al solito, pur di farsi notare, non ha trovato di meglio che scegliere un curioso abbigliamento per salire sul palco e avere lei l’onore di duettare con il grande Mick Jagger. D’altronde, i cinquant’anni di carriera di un gruppo come i Rolling Stones vengono una volta sola e farsi notare su un palco del genere in un tour che passerà alla storia era per Lady Germanotta un’occasione davvero imperdibile.

Per l’occasione la superstar si è presentata avvolta in una jumpsuit super stretch in velluto a strisce color oro e nero, molto anni Settanta, e una scollatura abissale sul seno, firmata da Ray Brown Fashion. Lady Gaga, oltre a dei tacchi altissimi che slanciavano non poco la sua silhouette, ha esibito anche i suoi lunghissimi capelli biondi sciolti al vento e prornti a seguire ogni suo scatenato passo di danza. Così, sulle note di “Gimme Shelter” Lady Gaga si è ritagliato un altro posticino nella storia del rock. Questa volta come gentile cameo in onore dei grandi Rolling Stones e la prossima volta, chissà, tra qualche anno potrebbe essere, vista la sua grinta e determinazione, proprio lei la star da omaggiare con camei di altri artisti in un concerto speciale a lei dedicato.

Photo Credit | Vogue Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>