Nudi per il Desigual semi-naked party: in 100 si sono rivestiti gratis

di Redazione Commenta

Il brand giovane e coloratissimo Desigual, di origine e anima spagnola, replica anche in Italia il successo delle sue iniziative in lingerie a Barcellona, Madrid, Parigi, New York e Tokyo: i primi 100 clienti ad arrivare in completo intimo presso lo store di Milano, ieri si sono rivestititi gratis!

In tempo di crisi ci si inventa davvero di tutto: il marketing Desigual ha ben pensato di puntare sull’ironia e l’irriverenza mettendo a nudo i propri clienti. Il meccanismo era semplice e a suo modo geniale: per prima cosa ci si doveva iscrivere, all’inizio di giugno, per partecipare all’iniziativa. Durante la giornata di ieri, in occasione dell’inizio dei saldi estivi, i primi 100 ad arrivare all’appuntamento a Porta Genova, fissato per le 7.15 del mattino, sono stati invitati a salire su due sexy bus per fare tappa al negozio Desigual di Corso Buenos Aires, dove hanno ritirato i braccialetti con la scritta “fisico da urlo“.

I partecipanti si sono svestiti durante il tragitto per raggiungere lo store, in un clima di puro divertimento e accompagnati dalla musica di RDS e dall’intrattenimento degli speakers Claudio Guerrini e Linda Gravela. Una volta messa da parte la curiosità e l’attesa per l’evento, è subentrata la pura e semplice voglia di divertirsi, tanto che è stato effettuato anche un taglio del nastro all’entrata del negozio per inaugurare ufficialmente l’inizio dei saldi Desigual.

A questo punto i 100 partecipanti semi-vestiti hanno potuto accedere allo store e scegliere, tra i capi in saldo, uno da acquistare completamente gratis. Dopo essere entrati rigorosamente in lingerie, sono usciti tassativamente vestiti by Desigual. Il brand spagnolo ha lanciato questa pazza iniziativa nel 2005 e, da allora, sono state 8000 le persone che sono state lasciate in mutande per essere poi rivestite gratis, come recita il claim dell’iniziativa. Un metodo divertente, un po’ folle e sicuramente di forte impatto mediatico, per sconfiggere la crisi e far parlare del marchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>