Aurora Ruffino, uno stile naturale per la protagonista di Questo Nostro Amore

di federica guarneri Commenta

Raccontiamo l’evoluzione del look, parallelamente all’esperienza televisiva e cinematografica, di Aurora Ruffino, giovanissima, splendida e sicura di se sul red carpet di Venezia, icona di dolcezza con uno stile anni ’60 sugli schermi dei nostri televisori. Da Viola de La solitudine dei numeri primi a Benedetta in Questo nostro amore.

Aurora Ruffino nasce a Torino nel 1989 e sin da bambina sogna di diventare dietologa, passione per la vita sana e la corretta alimentazione che continua a portare con se, vista e considerata la sua forma smagliante. Nel 2010 però la sua vita prende una piega inaspettata e svolta, verso una direzione inimmaginabile fino a quel momento. Capita che, grazie alla scelta del regista Saverio Costanzo, la giovane piemontese si ritrovi improvvisamente cucita addosso la nomea di attrice. Le viene affidato infatti il ruolo di Viola nel celebre film La Solitudine dei Numeri Primi, tratto dall’omonimo best seller scritto da Paolo Giordano nel 2008, edito da Mondadori.

Il film raggiunge un successo incredibile che dona ad Aurora i suoi primi momenti di popolarità, fino ad arrivare al bel tappeto rosso di Venezia. Sul red carpet del Festival del Cinema del 2010, la giovane Ruffino sorprende tutti con un sex appeal naturale e fresco, donatole indubbiamente da madre natura. Subito il suo ruolo d’attrice cresce d’importanza, accompagnato dalla scoperta della sua bellezza ed eleganza. Uno stile sportivo ed un make up acqua e sapone caratterizzano il fascino semplice di questa attrice nostrana, motivo in più per rimaner stupiti scoprendola sexy e provocante, in total black sul tappeto rosso di Venezia alla giovane età di 21 anni.

Nel 2012 il grande ritorno. Sul set cinematografico insieme all’ormai celebre attore Luca Argentero ed in televisione con la fiction di successo Questo Nostro Amore. Per un mese Aurora Ruffino tiene incollati alla tv migliaia di telespettatori, mostrandosi su Rai Uno in una veste del tutto nuova, una giovane donna degli anni ’60, con un viso dolcissimo che ben si adatta alle pettinature e al make up di quegli anni. Proprio in questo ruolo le è stato possibile valorizzare la spontanea bellezza di cui sopra, senza particolari orpelli o artifici dettati da uno stile ricercato, mantenendo il suo abituale styling ma adattandolo ad outfit di 50 anni fa.

Nei panni della giovane Benedetta Ferraris, la Ruffino interpreta al meglio il ruolo spensierato della ragazza d’altri tempi, accompagnata da un attore del calibro di Neri Marcorè e dalla bellezza siciliana di Anna Valle. Molte ragazze si sono ispirate a lei negli ultimi mesi e saranno sicuramente pronte a vedere il suo nuovo look, nell’aprile del 2013, sul set del film Bianca Come il Latte, Rossa Come il Sangue di Giacomo Campiotti, tratto anche in questo caso dall’omonimo libro.

foto credits |zimbio.com

Rispondi