Fratelli Rossetti a/i 2011-2012 in mostra con Ferdinando Scianna. L’evento per la Milan Fashion Week

di Paola Perfetti Commenta

La Settimana della Moda di Milano non è mai stata così ispirata come in questa presentazione-inaugurazione alla quale noi di Modalizer abbiamo assistito ieri presso lo Showroom Fratelli Rossetti di Piazza San Carlo 2, nel cuore di Milano. Con il tema:

MASTERS’ HANDS. Mani che pensano, mani che fanno, mani artigiane che creano con maestria. Fotografate da Ferdinando Scianna

i Fratelli della moda italiana hanno dato vita ad un doppio percorso di moda e arte nella quale difficile era riuscire a distinguere dove finisse l’una e cominciasse l’altra. Sì perché, per presentare alla stampa – e da domani anche al pubblico – la propria collezione autunno inverno 2011-2012, Fratelli Rossetti ha organizzato una specialissima mostra insieme al fotografo siciliano Ferdinando Scianna, la stessa che sarà fruibile a tutti gli appassionati di alta moda e arte italiana fino a sabato 22 gennaio 2011, con orari 10-19.

Due sono infatti gli elementi che segnalano il nuovo percorso di Fratelli Rossetti: oggi il loro heritage si coniuga con forme di cultura contemporanea legate all’artigianalità e alla marca, il tutto all’insegna della “Genesi” e di un prezioso contributo consigliato niente meno che da Anna Wintour. Quale? Seguiteci dopo il salto: non mancherà nemmeno una bella gallery di immagini scattate ad hoc durante l’anteprima per la stampa!

La “Genesi” di un evento

Il primo elemento che caratterizza questo evento a metà fra moda e arte è quello denominato “Genesi”, il cui nome definisce la scarpa da uomo protagonista della collezione A/I 2011-12 Fratelli Rossetti (chi avesse fatto un salto a Pitti Uomo 2011 può averne già avuto un assaggio).

Non chiamatela semplicemente “una calzatura”: Genesi, come una firma, porta i segni della mano dei Maestri artigiani, quella caratterizzata da un unico taglio di pelle, 8 giorni di lavoro e 25 mt di filo di cotone. La sua particolarità, poi, è la lavorazione delle cuciture nascoste: la pelle viene plasmata e cucita all’interno per nascondere i punti che di solito si vedono in superficie così che, del filo, rimane solo una traccia. Incredibile? E non finisce qui.

Pensate che il colore é dipinto a mano sulla pelle naturale e viene in ultimo letteralmente “tamponato” così da ottenere delle sfumature uniche e volutamente imperfette ad ogni scarpa. Insomma, il vero made in Italy altamente artigianale. La pelle bianca, infatti, viene ogni volta trattata appositamente per dare forma ad un accessorio di gran classe e comodità estrema, quella che noi donne invidiamo di più ai più dandy dei maschietti. Ma non solo questo è stato l’evento di ieri da Fratelli Rossetti. Vi parlavamo di una mostra:

MASTERS’ HANDS, la mostra fotografica di Ferdinando Scianna* che accompagna la presentazione di Genesi

Si tratta di una serie di immagini inedite scattate dal grande fotografo Ferdinando Scianna in occasioni e tempi diversi (di cui alcune scattate a Parabiago per Fratelli Rossetti), legate tra loro da gesti che vedono le mani come protagoniste.

“Mani diverse, vissute, instancabili, che attraverso l’obiettivo di Scianna riescono a esprimere sentimenti, pensieri, emozioni, creatività, capacità di toccare, di formare, “di fare bene”. All’italiana.”

spiegano dallo showroom. La Mostra “MASTERS’ HANDS ” è allestita nella Gallery di Fratelli Rossetti in Piazza San Carlo 2, a Milano, ed è apertura al pubblico da oggi e solo fino al 22 gennaio 2011, con orari dalle 10 alle 19. Cosa troveremo?

La collezione Fratelli Rossetti uomo autunno – inverno 2011-2012 in collaborazione con il designer di Los Angeles, George Esquivel

Fashion-shoe designer consigliato direttamente da Anna Wintour. Capacità di coniugare proposte contemporanee di grande qualità con un heritage costruito inoltre 60 anni di lavoro: questo racconta la collezione Autunno Inverno 2011. Fra gli highlights, per la prossima stagione fredda, il mocassino Brera, rivisitazione della mitica scarpa con fiocchetti degli Sessanta; la collaborazione con il designer di Los Angeles, George Esquivel; la linea Firma, dedicata ai negozi di abbigliamento.

Brera, il mocassino con i fiocchetti, è una vera e propria icona di Fratelli Rossetti:

Correvano infatti gli anni Sessanta quando Renzo Rossetti introdusse per la prima volta i mitici “fiocchetti”. In un’Italia ancora austera, non avvezza alla cura dell’accessorio, in cui l’essenzialità non era un trend, ma lo stile di vita quotidiano, questo originale elemento decorativo rappresentava una vera e propria rivoluzione”

spiegano dalla maison, ed oggi, come allora, Brera rompe gli schemi, esaltando i dettagli e proponendo accostamenti inusuali di colori e materiali. Ma non è ancora tutto: ecco a voi Blend-In Collection ovvero la nuova collaborazione di Fratelli Rossetti con George Esquivel, designer di Los Angeles, che condivide con Fratelli Rossetti la vocazione per l’artigianalità e la spinta all’innovazione.

“George Esquivel è riuscito a cogliere il vero spirito di Fratelli Rossetti: ha interpretato, con il suo stile non convenzionale i valori storici del marchio. Lavorando sui colori e sui materiali, ha rivisitato la tradizione, senza mai modificarne l’essenza. Il risultato è una collezione che si integra perfettamente con la main collection Fratelli Rossetti: Blend in, appunto”

hanno detto. Infine, Firma: è la linea di Fratelli Rossetti dedicata al canale dell’abbigliamento. Una linea capace di condensare tutti gli ingredienti che da sempre contraddistinguono l’azienda di Parabiago: una storia di famiglia, l’eccellenza delle persone e delle abilità; tutto il meglio del made in Italy. La collezione si compone di una linea per l’uomo e di un’altra dedicata alla donna: scarpe classiche, rivisitate, per un’eleganza naturale e discreta, ma rese speciali da dettagli inconsueti.

*Ferdinando Scianna con Fratelli Rossetti

Una collaborazione che è un segno di autore e alto made in Italy. Per i pochi che non lo conoscessero, Ferdinando Scianna, classe 1943, è un incredibile maestro dell’obbiettivo che nasce a Bagheria, in Sicilia. Dopo gli studi all’Università di Palermo (studi, interrotti, di Lettere e Filosofia), nel 1963 incontra Leonardo Sciascia con il quale pubblica, a ventun’anni, il primo dei numerosi libri poi fatti insieme: Feste religiose in Sicilia, che ottiene il premio Nadar. Segue il traferimento a Milano dove, dal 1967, lavora per il settimanale L’Europeo come fotoreporter, inviato speciale, poi corrispondente da Parigi, dove vive per dieci anni. Introdotto da Henri Cartier-Bresson, entra nel 1982 nell’agenzia Magnum ma è dal 1987 che alterna al reportage e al ritratto la fotografia di moda e di pubblicità, con successo internazionale. Da anni, Scianna svolge un’attività critica e giornalistica che gli ha fatto pubblicare numerosissimi articoli in Italia e Francia su temi relativi alla fotografia e alla comunicazione con immagini in generale.

Insomma, un evento unico, ricco, dedicato alla città di Milano e al meglio della produzione italiana: vi lasciamo alle immagini, con l’invito a non perdere questa incredibile gallery, la Gallery dei Fratelli Rossetti in mostra con Ferdinando Scianna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>