Honest by: la prima etichetta che dice davvero tutto di un vestito

di Sandra Rondini Commenta

Il designer Bruno Pieters ha lanciato “Honest by“, etichetta di moda sostenibile che punta sulla trasparenza. I capi della collezione dello stilista belga sono in vendita solo online e tutti i dettagli del processo produttivo sono illustrati sul sito, compreso il prezzo di ogni componente, dal tessuto ai bottoni.

Finalmente capiremo quanto costa davvero l’abito che indossiamo e di quanto è il ricarico effettuato sulla produzione, ossia quella percentuale di costo in più aggiunta perchè lo stilista si rifaccia delle spese sostenute e paghi i suoi collaboratori. Bruno Pieters ha pensato a questa idea originale, che magari non piacerà a qualche suo collega che ama gonfiare i prezzi in modo assurdo, perché pensa che sia l’unico modo per il cliente di sentirsi garantito sul fatto che gli abiti siano confezionati secondo un certo tipo di filosofia, senza coinvolgere bambini, materiali illegali, tinture tossiche e molto altro ancora.

Ecco perché lo stilista ha deciso di mostrare con estrema onestà tutti i prezzi di produzione. Ma state attenti, perché la sua griffe non è certamente una delle più economiche, anzi, se è vicina alla filosofia dell’onestà e tracciabilità del prodotto, è lontanissima da quella del low cost. Una giacca di “Honest by” può costare anche mille euro. Una barriera che lo stilista vorrebbe in futuro tanto abbattere, perchè la crisi non risparmia nessuno.

Così sta mettendo a punto uno showroom a Parigi per vendere nei negozi al dettaglio, per abbassare i prezzi e aumentare le quantità. Bruno Pieters vuole offrire prodotti più democratici perché è dura far tornare i conti quando non si vende molto, c’è l’affitto dello store da pagare insieme a sarte, tessuti, macchinari, elettricità e tante altre voci che insieme concorrono, quando non si ha una produzione su larga scala come quella del pret à portér, a vendere a prezzi alti per rientrare delle spese.

Ma, di questi tempi, ovviamente, questo allontana ancora di più il cliente che, seppur innamorato del prodotto, ci pensa due volte prima di buttarsi in un acquisto così impegnativo. Non resta, quindi, che produrre di più per abbassare i prezzi, ma anche questo, lo sappiamo bene vedendo famosi negozi disertati dai clienti anche in occasione dei saldi estivi, non è garanzia di successo. Intanto, il traguardo dell’eco-sostenibilità è comunque già stato raggiunto: “Honest by” è stata premiata alla conferenza di Rio come una delle cento migliori soluzioni per un mondo sostenibile. Il prossimo passo di Bruno Pieters è sempre quello di confezionare un ottimo prodotto, ma ad un prezzo contenuto.

Photo Credit | Idealolly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>