Marion Cotillard per Lady Dior arriva a Los Angeles

di Lorena Scopelliti Commenta


It bag. Ci sono donne che, solo a sentire queste poche sillabe, vanno letteralmente in sollucchero. E non mi vergogno a dire che io sono tra queste: una it bag è per sempre, ti accompagna anche tra vent’anni, non tramonta mai e sta sempre e inevitabilmente bene con tutto, dai jeans delavé con dolcevita castigato ai tacchi vertiginosi e scolli profondi.

Per molti sembrerà non meno che una mera giustificazione, una sorta di alibi creato apposta per proteggersi dalle critiche a pioggia non appena si svela il prezzo di una di queste magnifiche borse. Ma è un dato oggettivo: una Fendi Peekaboo, una Jackie O di Gucci o una 2.55 di Chanel sono veri e propri investimenti sullo stile, sul futuro e sull’ammortizzazione dei costi: possedere uno di questi capolavori vuol dire, letteralmente, non aver più bisogno di handbags per i successivi vent’anni.

Tra le it-bag più giovani, che ha saputo conquistare immediatamente un pubblico di donne estremamente eterogeneo, c’è la Lady Dior griffata Christian Dior, che da alcuni anni è rappresentata dal volto angelico, trés chic e so parisienne di Marion Cotillard. Nella campagna che la vede protagonista questa volta la bellissima attrice francese approda a Los Angeles, nel mondo sfavillante delle stelle del cinema, fotografata da Steven Klein.

Stagliata contro lo sfondo maestoso delle colline di Hollywood, con la celebre scritta che attraverse il verde delle mitiche hills, una Marion dallo sguardo che trafigge stavolta stringe tra le mani una Lady Dior particolarmente esclusiva e ricercata: la borsa si accende di fluo e viene declinata in un mix di colori. Turchese acceso per i manici, fucsia intenso per le linee laterali e viola melanzana scurissimo per la parte frontale e posteriore. Completano il tutto i ciondoli charms pendenti che riproducono le lettere che formano il nome Dior, in acciaio lucido.

Il materiale utilizzato per realizzare il modello, amatissimo da Lady Diana, è il coccodrillo, che impreziosisce il motivo cannage: la borsa ha un aspetto lucido e glossy, molto raffinato ed elegante. Allo stesso tempo questa Lady Dior è perfetta anche su un paio di jeans o pants a sigaretta con blusa ampia e casual: non esiste praticamente nessuna occasione in cui non possa essere indossata. Ed è qui il vero potere di una It bag: più del lusso, più dell’esclusività, quello che conta e fa il suo prezzo è la versatilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>