Mostra del Cinema di Venezia 2012: Kasia Smutniak e Laetitia Casta seducono il Lido con due look molto diversi

di Sandra Rondini 1

Si è chiusa ieri sera con una cerimonia un po’ maldestra, con tanto di caduta a terra sul palco del Leone d’Argento, la Mostra del Cinema di Venezia. Pochissime le star presenti e la sfida a colpi di look si è consumata sempre tra le due primedonne del Festival, la madrina Kasia Smutniak e la giurata Laetitia Casta.


Paradossalmente il look che ha colpito di più la platea è stato quello trasandato del grande attore Philip Seymour Hoffman, protagonista di “The Master” che ha vinto la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile. Nessuno aspettava la sua presenza in sala e quando è salito sul palco si è scusato per il suo abbigliamento non consono a una serata di gala, ma era appena sceso da Toronto all’aeroporto Marco Polo e si era cambiato in fretta in bagno! La dimostrazione vivente che la personalità conta più di ogni look. La Coppa Volpi femminile è, invece, andata alla giovane Hadas Yaron, la protagonista di “Fill the void” di Rama Burshtein, tremante e davvero emozionatissima nel suo lungo abito con romantico scollo a cuore. Il Leone d’Oro è andato al film “Pietà” del regista Kim Ki Duk mentre sul palco Kasia Smutniak e Laetitia Casta calamitavano l’attenzione di tutti i presenti.

Le due attrici hanno uno stile profondamente diverso, quindi, sostanzialmente, ieri, secondo il nostro parere, si è verificato un sostanziale pareggio tra le due. È come chiedere se preferite Marilyn Monroe o Audrey Hepburn, due archetipi di bellezza molto diversi tra di loro. Ognuno ha i suoi gusti personali che lo portano a propendere per l’una o per l’altra, senza però mai pensare che l’altra non sia altrettanto affascinante. È davvero difficile non ammirare Kasia nel suo raffinato abito bianco e nero di Giorgio Armani Privè di un’eleganza assoluta, con i capelli signorilmente raccolti, sempre a scoprire sulla nuca il suo tatuaggio tribale. Trucco leggerissimo e nessun gioiello per l’attrice di origine polacca, solo una splendida broche tra i capelli, perfetta per illuminarle il bellissimo volto e un look davvero sofisticato.

Laetitia Casta era un autentico splendore, ma con un look completamente diverso da quello di Kasia: glam, femminile, color rosa cipria e pieno di eleganti ricami floreali, trasparenze e decori di stoffa sapientemente applicati a mano. Un abito couture per una delle più grandi top model di sempre che ha scelto un rossetto dalla nuance molto accesa, un ombretto rosa e del rimmel dall’allure retrò per illuminare il suo sguardo. Davvero splendida la sua acconciatura anni Cinquanta, quasi da diva hollywoodiana. Kasia Smutniak e Laetitia Casta sono due donne diverse con un carattere molto diverso e l’hanno dimostrato indossando abiti che rispecchiavano un’ideale di donna diversa.

Più decisa e sicura di sé la Smutniak, più glamour e desiderosa di sfuttare questa vetrina internazionale la Casta che ad ogni red carpet si è sempre presentata da sola, senza il suo compagno Stefano Accorsi, alimentando le voci di una presunta crisi tra i due. Quindi, decidete voi, a seconda dello stile che più amate (sofisticato e minimal chic o glam e femminile) chi ha vinto tra la madrina della Mostra e la giurata.

Photo Credit | Getty Images

Commenti (1)

  1. Laetitia,the fantastic diva.
    Amazing.The Queen of Veneza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>