New York Fashion Week: i protagonisti delle sfilate a/i 2012-2013

di Sandra Rondini Commenta

Tempo di fashion week? Tempo di Mercedes Benz Fashion Week, la settimana della moda newyorkese per la quale, lo ammettiamo, abbiamo un debole particolare. Beninteso, noi italiani non siamo secondi a nessuno, ma questa fashion week, seconda solo a quella di Milano, è quanto di più cool si possa immaginare.

A cominciare dal parterre degli ospiti attesi. Qui si fa sul serio. Un ospite seduto in prima fila da una griffe è in genere una vera star che guadagna milioni di dollari, non le povere sgallettate della settimana dell’alta moda italiana appena conclusasi a Roma con scarso successo, nonostante le velleità di tante mostre che odoravano di naftalina solo a sentirle nominare.

Il presente e il futuro della moda è una partita a tre tra Milano, New York e Londra ed è una gran bella partita perché ognuna di queste fashion week ha i suoi assi da giocare: Milano è la leggenda, Londra è l’avantgarde trasgressiva e New York detta il glam delle nuove tendenze. Dal 9 al 16 febbraio 2012 nella Grande Mela sfileranno le collezioni autunno/inverno 2012-2013 di tanti straordinari designer attesi alla prova del nove dell’inverno perché, se è chiaramente più semplice disegnare una collezione estiva, del genere beachwear oppure minidress e accessori un et voilà, il gioco è fatto, l’inverno esige capispalla, tailleur rigorosi, cappe, mantelle, guanti…
Un total look da curare nei minimi dettagli con un occhio alla cifra stilistica e all’archivio della maison, per non snaturarsi agli occhi dei clienti, e un altro rivolto alle nuove tendenze, scovate dai coolhunter a caccia in tutto il mondo, naturalmente reinterpretate con stile assolutamente personale. Ma veniamo ai nomi di chi si cimenterà in questo banco di prova internazionale. La lista è lunga e ogni giorno il team di Modalizer saprà fornirvi un accurato report con il meglio delle tendenze per il prossimo inverno, oltre a speciali monografie dedicate singolarmente agli stilisti che più hanno lasciato il segno della loro zampata stylish sulla Mercedes Benz Fashion Week.

Stiamo parlando di nomi come Lacoste, Hervé Léger by Max Azria, Custo Barcelona, Diane Von Furstenberg, Donna Karan, Betsey Johnson, Badgley Mischka, Diesel Black Gold, Michael Kors, Anna Sui, Carolina Herrera, Ralph Lauren e Calvin Klein. E tanti giovani emergenti da tenere d’occhio perché ci piace, come blogger, credere nel famoso “effetto farfalla”: piccole variazioni nelle condizioni iniziali producano grandi variazioni nel comportamento a lungo termine di un sistema. Ossiail battito di una farfalla a New York può scatenare un uragano in un’altra parte del mondo.

Non vediamo l’ora quindi di rivelarvi le nuove tendenze, colori, tagli e proporzioni di designer affermati quanto di quelli emergenti. Anzi lanciamo una sfida tra l’emergente più interessante di tutti. Come fashion blogger più che celebrare ‘cattedrali’ già piene di incenso, dovremmo andare in cerca di piccoli tesori, scrigni di luce di cui tutti abbiamo bisogno. L’appuntamento è per domani 9 febbraio. Noi ci saremo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>