Paris Fashion Week 2012: avantgarde glamour di Guy Laroche

di Sandra Rondini Commenta

Guy Larocheè stato uno stilista francese fondatore dell’omonima casa di moda che continua a mietere successi nel mondo, grazie a collezioni innovative e sperimentali votate da anni alla filosofia estetica dell’avantgarde e al più puro design.

La portabilità o meno delle creazioni di questa griffe che ha sfilato ieri durante la Paris Fashion Week non è in discussione, e, per quanto se ne possa pensare, in un mondo di silhouette standardizzate, noi ammiriamo molto chi tenta strade diverse, fornendo alle donne nuove possibilità di giocare con la moda, sperimentando figure e volumi inediti, alla ricerca dell’abito che più le valorizza.


Nell’ultima collezione autunno/inverno 2012-2013 di Guy Laroche c’è un uso molto interessante dl plissè per bluse con maniche che si restringono sul fondo. Un plissè svasato, con tagli feminili e sartoriali, in molti colori diversi, hanno un allure quasi japanese, molto originale e quasi couture, da abbinare a gonne longuette anche in velluto con incredibili mixage di nuance.

Colore dominante in assoluto è il nero, sia negli abiti, dai delicati effetti trasparenza, che nei capispalla importanti, con inserti di pelliccia e di pelle dall’appeal strong e deciso. La pelliccia e la pelle, quindi, anche a Parigi, si riconfermano come già a New York, Londra e Milano, uno dei grandi must have del prossimo inverno. Infine ricordano vagamente le creazioni di Alexander McQueen gli abiti total black con preziosi dècor araldici dorati.

Molto bella ed estremamente glamour la combinazione tra nero e purple, uno dei colori più trendy del prossimo inverno. Accessori perfetti per cappottini bon ton neri neri e gonne longuette di pelle lucida purple sono gli stivali di pelle nera alti fino al ginocchio, da indossare con collant chiari. E proprio quest’ultimi, più che improbabili sandali con tacchi e plateau, che hanno un po’ fatto il loro tempo, scommettiamo che saranno tra gli accessori più amati e venduti la prossima stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>