Suole rosse: Christian Louboutin vince la sua battaglia contro Yves Saint Laurent

di Redazione 1

Yves Saint Laurent ha annunciato di volere mettere fine all’estenuante battaglia giudiziaria contro Christian Louboutin, intrapresa per poter avere il via libera di usare le famigerate suole rosse. La maison di moda  ha fatto sapere di non voler perdere altro tempo e soldi in tribunale, rinunciando così a presentare nelle sue collezioni modelli di scarpe con la suola di questo colore.

Divenuto famoso proprio grazie alle sue bellissime creazioni firmate non tanto dal suo nome inciso all’interno della scarpa, quanto da una suola color rosso acceso che le rendeva così facilmente distinguibili dai modelli degli altri designer, Christian Louboutin ottiene così una vittoria a tavolino per ritiro del suo più temibile avversario. Non solo Yves Saint Laurent, infatti, ha prodotto calzature con suola rossa, ma anche diversi altri marchi, anche low cost. Ma Yves Saint Laurent fa parte del Gucci Group: ha, quindi, alle spalle un autentico colosso non solo della moda, ma anche della finanza. Eppure, non ha potuto molto contro la decisione presa lo scorso 5 settembre dalla Corte di Manhattan secondo cui le emblematiche suole di Louboutin possono essere tutelate come marchio protetto negli Stati Uniti.

Dopo aver accarezzato l’idea di ricorrere in appello, Yves Saint Laurent ha annunciato di volersi fermare nel procedimento per concentrare le proprie energie sul lavoro e sulla creatività. Insomma, di non voler perdere altro tempo con una querelle inutile perché la bellezza e il valore di un paio di scarpe dovrebbe essere deciso dal modello in sé e non influenzato dal fatto che una suola abbia o non abbia un determinato colore, considerato anche che non si tratta affatto di un’idea originale di Louboutin dato che le suole rosse sono il tocco finale nel design di scarpe fin dai tempi di Luigi XIV.

La battaglia fra i due gruppi era iniziata nell’aprile 2011 quando Louboutin aveva fatto causa per violazione del marchio commerciale e concorrenza sleale a Yves Saint Laurent, che aveva annunciato di volere lanciare negli Stati Uniti una nuova linea monocromatica di scarpe completamente rosse, anche la suola. In prima istanza, nell’agosto 2011, un giudice federale di New York aveva dato ragione a Yves Saint Laurent sostenendo che Louboutin non poteva accusare la maison francese di plagio e avere l’esclusiva di un colore per farne un suo marchio.

Lo shoes designer, però, aveva fatto ricorso e, lo scorso settembre, la Corte d’appello di Manhattan aveva sentenziato che le suole rosse possono essere tutelate come marchio, ma solo quando la scarpa è di colore diverso dal rosso. Quindi, Yves Saint Laurent può continuare a vendere le sue scarpe della collection total red, mentre a Louboutin resta l’esclusiva delle suole rosse per tutti gli altri tipi di scarpa.

Commenti (1)

  1. Thanks for bringing this artilce up! It is amazing how lawyers don’t know how to take better advantage of legal translators. Maybe this piece will be an eye opener and represent a begining of a turning point. And since I’m writing a post, I would like to say how I so much LOVE your blog. I’m sorry for not expressing how much a enjoy it as often as I enjoy reading it! But I do always share it on my FB page. warm regards!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>