Robbie Williams presenta a Milano la sua linea di moda Farrell

di Redazione Commenta

In occasione del suo cinquantesimo anno il flagship store Coin di Milano ha fatto un grande regalo ai suoi clienti invitando il cantante Robbie Williams a presentare in esclusiva nel suo negozio la sua linea di abbigliamento.


Dopo la musica, il cantante inglese ha deciso, infatti, di cimentarsi anche nel mondo della moda producendo una linea di pret à portér maschile che ha voluto chiamare “Farrell”, in omaggio a suo nonno che si chiamava Jack Farrell e che, nel ricordo affettuoso del nipote, era un uomo della classe operaia che amava vestire con stile.

Per questo motivo Robbie Williams ha voluto ideare una serie di capi e accessori perfetti per tutti gli uomini, dal politico all’operaio, perché la moda e lo stile sono di tutti e non appannaggio solo di chi può permetterseli. Come diceva Coco Chanel, infatti, il vero lusso non è il contrario di povertà, ma di volgarità. Essere eleganti è, quindi, una dote profonda e per nulla superficiale, un autentico state of mind.

Con i suoi abiti l’eclettico e trasgressivo artista inglese, arrivato alla Coin di Milano con trench, pants e camicia sartoriali, e come accessori delle eleganti scarpe in vernice e un rosario nero usato come collana, vuole omaggiare i valori che suo nonno gli ha trasmesso. Non solo l’eleganza, però. Anche uno spiccato sense of humour che Robbie Williams ha più volte usato nella sua carriera per conquistare i suoi tantissimi fan.

All’interno del grande magazzino milanese, insieme al cantante, da poco diventato papà, erano presenti anche il designer del suo nuovo brand, Ben Dickens, già stilista di Burberry, e il vee jay e presentatore tv Alessandro Cattelan. Quest’ultimo ha poi rincontrato Robbie Williams in serata sul paco della prima puntata del talent show “X Factor” dove l’ex leader dei Take That ha presentato il suo nuovo album dal nome “Take the crown” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>