Michelle Obama sotto accusa: troppo costoso l’abito per il gala della Regina Elisabetta

di Redazione Commenta

Spread the love

Nonostante Vogue UK  l’abbia incoronata come la meglio vestita alle Olimpiadi di Londra 2012, Michelle Obama si trova ora al centro di una tempesta mediatica per i suoi look troppo costosi. E non è la prima volta.


Già lo scorso Natale, quando si era già nel pieno della crisi economica che ha investito tutto il mondo, e anche gli Stati Uniti in maniera gravissima, sfoggiò una gonna da mille dollari della griffe Comme des Garcon e poi, a gennaio, in vacanza alle Hawaii, un vestito della stilista Sophie Theallet da duemila dollari, proprio mentre il marito, il Presidente degli Usa, Barack Obama, chiedeva al suo Paese di fare sacrifici per uscire dall’empasse. Due anni fa avevano fatto scandalo le sue foto mentre prestava aiuto, con indosso un paio di scarpe da ginnastica di Lanvin da ben 540 dollari, durante un evento organizzato da “Feeding America”, associazione americana contro la povertà negli States.

Michelle Obama sembra essere un controsenso vivente e, in tempi di campagna elettorale, rischia di danneggiare gravemente la corsa presidenziale al rinnovo del mandato alla Casa Bianca del marito perché l’avversario repubblicano, Mitt Romney, è pronto ad aggrapparsi ad ogni argomento, compresi l’irresponsabile e indecoroso spreco di soldi da parte della First Lady. A far traboccare il vaso è stato lo splendido completo esibito da Michelle a Buckingham Palace durante il ricevimento di gala organizzato dalla Regina Elisabetta per accogliere i rappresentanti politici e le teste coronate di tutto il mondo, giunti a Londra per sostenere ciascuno la propria delegazione sportiva alle Olimpiadi. In total look bianco firmato J Mendel, griffe lussuosa creata dallo stilista di origine parigina Gilles Mendel, Michelle era davvero splendida con la sua giacchetta sfiancata e smanicata, molto strutturata e piena di ricami argentati, abbinata a una gonna plissè soleil.

Solo la giacca costa ben 5.500 euro, a cui bisogna aggiungere i sandali, sempre color argento, di Manolo Blahnik che indossava per l’occasione. Certamente non la più economica delle mise. In effetti, in tempi come questi e per non prestare il fianco a critiche spesso strumentali, montate ad arte per attaccare indirettamente il marito in corsa per le presidenziali, perché tutte le regine, principesse e primo ministro presenti al gran gala avevano abiti anche più costosi, Michelle Obama dovrebbe vestire con abiti più economici in cui la maggioranza delle americane possa identificarsi.

Per far ciò potrebbe attingere a quel grande serbatoio di creatività che sono i giovani designer americani oppure riciclare qualche abito o vestire qualche volta con dei brand low cost, proprio come fa Kate Middleton che, però, si è scoperto, ha speso in un anno, in gran parte però finanziata dal suocero, il Principe Carlo, ben 45.000 euro in vestiti di rappresentanza, ma si è riscattata indossando al gala della Regina e alla cerimonia di apertura dei Giochi all’Olympic Park lo stesso abito grigio perla firmato Christopher Kane.

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>