Moda&Riciclo e il talento degli eco-designer al MArteLive Parma 2011

di Redazione Commenta

Spread the love

Chi l’ha detto che la moda è un mondo in cui sono frivolezza e superficialità a farla da padroni? Tra i tanti che si impegnano a sostenere cause sociali e ambientali ricordiamo  Louis Vuitton, partner dal 2007 di Climate Project, associazione no profit fondata da Al Gore. Tommy Hilfiger quest’anno ha voluto Renee Zellweger come testimonial della sua borsa limited edition, che da cinque anni crea per appoggiare Breast Health International, un’ organizzazione impegnata nella ricerca sul cancro al seno e nel sostegno concreto alle donne che lottano contro questa malattia.

Un altro tema caro agli ambientalisti e fondamentale per il benessere del nostro pianeta è il riciclo: l’idea di associarlo alla moda e legarlo alla scoperta di nuovi talenti è interessante perché fa riflettere, e allo stesso tempo stimola la creatività e la nascita di nuovi style concept. L’iniziativa Moda&Riciclo, nell’ambito del  MArteLive, passa anche da Parma, per premiare artisti emergenti

Come Who is on next di Pitti uomo, anche questa è un’occasione per far conoscere talenti sconosciuti: l’Italia pullula di creatori anche raffinati, che faticano ad emergere nonostante sia proprio l’innovazione a costituire la chiave di volta per un progresso sociale e, perché no, anche per portare una ventata d’aria di novità. I creativi ammesse sono sei, tutte donne: Sara Rabà da Piombino (Li), Valentina Parenti da Trecasali (Pr), Giulia Boccafogli da Bologna, Aramatou Compaore della Burkina Faso e residente a Fiorenzuola D’arda (Pc) e Filomena Guzzo da Bologna.

Gli artisti presenteranno le loro creazione attraverso sfilate, performance e installazioni visive, seguendo il filo conduttore del recycle come strumento artistico e di ricreazione. La riutilizzazione e il recupero dei materiali non utilizzati e di scarto è un tema scottante e di strettissima attualità: riciclare fa bene al pianeta e all’ambiente. E’ una scelta ecofriendly, nel segno del rispetto verso la natura e l’umanità, che questa volta incontra e abbraccia un mondo solitamente giudicato effimero come quello della moda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>