L’Oriente conquista il mondo della moda e della bellezza

di Sandra Rondini Commenta

È sempre più evidente nel mondo della moda come in quello della bellezza il trend dell’Asia che incomincia a imporre le sue modelle come icone di stile. L’ultima è Miss Mondo 2012, la cinese Yu Wenxia, eletta durante il famosissimo concorso di bellezza tenutosi quest’anno per la prima volta a Ordos, in Mongolia.


La nuova Miss Mondo ha 23 anni ed è una studentessa di musica. Splendida nel suo long dress azzurro tempestato di swarovski ha ricevuto dalle mani della ex Miss Mondo 2011 la tanto ambita corona di più bella del mondo. E non è un caso che abbia vinto proprio lei. Da qualche anno le orientali stanno guadagnando sempre più terreno e le operazioni di chirurgia plastica per ridurre gli occhi a mandorla e assomigliare alle top occidentali sono diminuite.

Non è una coincidenza, ma un’attenta strategia di marketing, infatti, se Gucci ha affidato una delle sue ultime campagne stampe al volto raffinato dell’attrice e cantante Li BingBing e già in passato Calvin Klein ha scelto come sua testimonial Liu Wen, la modella cinese più famosa del mondo. Le ultime campagne stampa di Giorgio Armani vedono spesso protagoniste splendide modelle orientali dalla bellezza esotica e raffinata, altera e sofisticata.

Un mood quasi aristocratico le contraddistingue dalle loro colleghe occidentali e tanti stilisti non mancano di sottolinearlo. Se un tempo le modelle orientali erano scelte dalle griffe per essere loro testimonial nei paesi del Sol Levante, adesso sono il volto della griffe in tutto il mondo. Oltre a un’idea di sofisticata femminilità, meno esplicita e più misteriosa rispetto a quella a cui siamo abituati, il fenomeno delle modelle orientali è in ascesa perché il mercato cinese è uno dei grandi bacini economici in cui fare investimenti.

Incarna, infatti, un’idea di modernità, possibilità e nuovo lusso che coincide con l’avanzare inarrestabile di questa grande potenza economica. Un mercato da sedurre anche con accattivanti adv per fare in modo di avere sempre più clienti che, finalmente, riescono ad immedesimarsi con testimonial più simili a loro e, per quanto perfette, forse più imitabili e rassicuranti nella loro bellezza.

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>