Paris Fashion Week 2012: le più belle sfilate dell’ottava giornata

di Monica De Chirico Commenta

L’ottava giornata delle sfilate parigine dedicate al ready to wear del prossimo autunno inverno 2012 2013 si è aperta con le collezioni androgine di Chanel che hanno visto nella meravigliosa cornice del grand palais una donna che porta i pantaloni in qualunque occasione. Il nostro Valentino ci presenta invece una collezione elegante da red carpet con i suoi punti di forza che lo hanno reso famoso: il rosso, il nero e la pelle. Bellissima e teatrale la collezione di Alexander McQueen che chiude quest’ottava giornata di sfilate del pret à porter femminile.

Chanel ci presenta una donna il cui lato maschile sembra predominare; ne sono l’espressione i pantaloni corti alla caviglia indossati sotto i tailleur, le gonne o l’abito da sera. Un accessorio che ritroviamo sempre sono delle strisce nere con cristalli applicate sulle sopracciglia che aggiungono un lato moderno e un pò spaziale alla collezione. Con Valentino assistiamo ad una sfilata dove l’eleganza e il bon ton sono i protagonisti assoluti. Cappotti e capispalla in pelle nera, trasparenze su camicette ed abiti da sera, quest’ultimi in rosso, colore che ha reso famosa questa Maison, ma anche in bianco e nero. Una collezione dove vediamo una donna sobria che non esagera con le scollature, ma allo stesso tempo grintosa.

Alexander Mcqueen porta in scena una donna teatrale, voluminosa, femminile, che osa abiti esagerati, fatti di un’splosione di ruches, ricami, piumette e broccato ton sur ton. Un accessorio che ritorna sempre è una visiera che ricorda le atmosfere da neve, come gli abiti e i cappotti degni di una regina di un paese incantato. Una collezione audace, da ammirare!

Photos Credits|Getty Images

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>