Raf Simons è il nuovo designer di Dior

di Sandra Rondini Commenta


Belga, 44 anni, ex stilista di Jil Sander. Con Raf Simons finisce la lunga tiritera durata mesi sul nome del successore di John Galliano al trono della maison Dior. Esattamente un anno fa, a fine marzo del 2011, il leggendario stilista di Gibilterra, autentica star del fashion system mondiale, veniva cacciato da Bernard Arnauld, patron del gruppo del lusso LVMH per colpa di sue dichiarazioni antisemite espresse sotto il chiaro influsso di droghe e alcol.

Sarebbe bastata una ramanzina o una multa, una sospensione e una pubblica ammenda da parte dello stilista inglese per aggiustare tutto, ma questa volontà di conciliazione da parte di LVMH non c’è stata, anzi a molti il video con Galliano alticcio che fuori di sé si lancia in sgradevoli esternazioni è sembrato il pretesto tanto atteso dai vertici di Dior per defenestrarlo dopo quasi sedici anni di trionfi.


Da allora qualsiasi stilista degno di nota del pianeta, da Alber Elbaz a Marc Jacobs a Riccardo Tisci, è stato a turno indicato come il successore di John galliano mentre il suo sostituto pro tempore cercava di tenere il timone nella tempesta piuttosto maldestramente. Stiamo parlando di Bill Gaytten che, nonostante fosse primo assistente di John Galliano, nulla ha del talento del Maestro e per paura di sbagliare sia nel pret à portér che nella haute couture si è rifugiato nell’archivio Dior, riproponendone i grandi classici senza nessuna originalità e facendo una figura un po’ misera.

Raf Simons esordirà a luglio con la collezione haute couture e dovrà dimostrare di essere all’altezza di uno degli ultimi grandi geni della moda. Da Jil Sander in questi anni ha svolto un lavoro più che egregio, ma riuscirà a conciliare lo stile minimal chic della casa di moda tedesca di cui era direttore artistico con quello iperbolico e magistrale che ci si attende quando si parla di Dior?

Inoltre, Raf Simons sarà a capo delle collezioni donna Dior non solo di haute couture e pret à portér, ma anche degli accessori che sono poi il mercato più proficuo per la maison francese. Riuscirà a rendere spettacolari borse, scarpe, occhiali regalando ancora una volta il respiro di un sogno?

credit image | Getty

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>